Prosegue la chiusura del tratto della strada statale 36 “del Lago di Como e dello Spluga” compreso tra il km 126,555 e il km 126,700, in località San Giacomo Filippo, in provincia di Sondrio, a causa della caduta di alcuni massi, nella giornata di sabato, sulla sede stradale.

La frana sulla Statale 36 fa ancora paura

L’alta Valchiavenna di fatto rimane isolata. Come riporta il Giornale di Sondrio Madesimo, Campodolcino e una parte di San Giacomo Filippo non sono raggiungibili in auto. La Statale 36 rimarrà chiusa fino a nuovo ordine infatti il tratto è ancora chiuso a titolo precauzionale. Per la riapertura si attende l’esito delle ispezioni del versante che proseguiranno nella giornata odierna. La chiusura riguarda tutte le categorie di veicoli. Nel frattempo, nella serata di ieri e nelle prime ore della mattina di oggi il tratto è stato riaperto in fasce orarie per consentire lo spostamento dei residenti. Le operazioni sono avvenute sotto lo stretto controllo dei tecnici Anas e delle forze dell’Ordine.

Leggi anche:  Operazione Domus Aurea: tangenti e corruzione asse Brianza-Calabria, 21 arresti

Nessun ferito

Il distacco di materiale dalla parete rocciosa sopra il Santuario di Gallivaggio si è verificato nella mattinata del 13 aprile. Fortunatamente nel momento della frana sulla Statale 36 non stavano transitando automobili e nessuno è rimasto coinvolto, solo tanta paura per alcuni automobilisti che hanno assistito alla caduta. Nei giorni successivi sono proseguiti i lavori di disgaggio e di messa in sicurezza.