Il Centro diurno disabili Sant’Eugenio di Concorezzo piange una sua storica volontaria. Domenica, all’età di 80 anni, si è spenta Rosetta Teruzzi, da oltre trent’anni attiva nel volontariato cittadino. Grande la commozione in tutto il paese, che martedì ha partecipato in massa alle esequie della donna.

Il ricordo dei volontari e dei famigliari

La notizia della morte di Rosetta Teruzzi è arrivata improvvisa. La donna, infatti, godeva di buona salute e nelle ultime settimane aveva normalmente partecipato alle attività del Sant’Eugenio. Concorezzese doc, era nota in paese anche per le sue grandi capacità sartoriali.

“Con dolore apprendiamo la notizia della scomparsa improvvisa di Rosetta Teruzzi, nostra carissima e storica volontaria, con noi dai primissimi anni di vita dell’Associazione Volontariato Sant’Eugenio. Rosetta ci lascia in eredità i segni di un servizio frutto di una carica amorevole e materna ispirato a valori umani profondi e ad una forte Fede spirituale. Ci mancherà la sua energia e la sua esuberanza incredibile, la sua disponibilità e il suo impegno per questa Associazione che aveva nel cuore come un figlio. Dio ti benedica cara Rosetta, prega per tutti noi”.

Con queste parole il presidente Giorgio Scalise e tutti i volontari del Centro Diurno hanno salutato Rosetta durante i funerali di martedì. Toccante anche il ricordo della famiglia.

“Nostra mamma aveva un innato senso materno – ha raccontato la figlia Elisabetta – Era una persona attenta al prossimo. Ha fatto dell’altruismo il senso della sua vita”.

Sul Giornale di Vimercate, in edicola da martedì, i ricordi e le testimonianze di chi ha vissuto al fianco di Rosetta Teruzzi.