E’ Valentina Prepelita, una 62enne moldava, la donna morta ieri pomeriggio a Lentate sul Seveso dopo essere stata travolta dal treno.

Il gesto estremo nel primo pomeriggio

Il gesto estremo poco prima delle 14.30, lungo il tratto della ferrovia che costeggia via Tintoretto.  Secondo quanto ricostruito, la donna, che abitava nelle vicinanze, è stata vista avvicinarsi alla recinzione che separa i binari dalla strada, quindi, entrando dalla massicciata della ferrovia nei pressi del sottopassaggio, ha atteso l’arrivo del convoglio, il diretto Zurigo-Milano. Secondo quanto riferito da alcuni testimoni, il treno, un Eurocity 17, avrebbe suonato a lungo per avvisare del pericolo e tentato di frenare per evitare l’impatto, ma invano. Si è fermato a circa 200 metri dopo il punto dell’investimento, attendendo per ore il via libera per ripartire.

Sul posto Carabinieri, Polizia ferroviaria e soccorritori

Sul posto i Carabinieri della Compagnia di Seregno, con gli uomini del comando locale, la Polizia ferroviaria di Como, la Polizia locale, i Vigili del fuoco di Seregno, la Croce rossa di Cermenate e l’automedica.  Le forze dell’ordine sono rimaste per ore sul luogo dell’investimento per ricostruire quanto accaduto. Quasi subito l’ipotesi più plausibile è apparsa quella del suicidio. I sanitari del “118” hanno soccorso anche la figlia della donna, colta da malore, e il macchinista del convoglio, sotto shock.

Leggi anche:  Negozio imbrattato dai teppisti: "Se non venite a pulire mando il video ai Carabinieri"... e qualcuno si presenta

Dopo l’investimento mortale circolazione bloccata per ore

La circolazione dei treni è rimasta bloccata per ore sulla tratta Chiasso-Como-Monza-Milano ed è ripresa regolarmente solo dopo le 19, una volta che l’autorità giudiziaria ha ultimato tutti i rilievi e gli accertamenti del caso. I treni hanno subito ritardi fino a 120 minuti, limitazioni e cancellazioni.