Blitz dei carabinieri nella ditta cinese che fabbrica cinture. Trovati otto lavoratori irregolari. Multa da centomila euro.

Lavoratori irregolari nella ditta cinese

Un blitz dei carabinieri di Brugherio ha permesso di scoprire otto lavoratori in nero su undici in una ditta con sede in città, in via Aspromonte. I militari, al loro arrivo, hanno trovato    condizioni igienico-sanitarie e di sicurezza completamente fuori norma. Alcuni dipendenti dormivano in un dormitorio  ricavato da un edificio abusivo.

Centomila euro di sanzioni

La titolare, una cinese di 33 anni residente in città,  ha già iniziato a saldare il conto, temendo la sospensione dell’attività. Per lei le accuse sono di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e impiego di lavoratori senza permesso di soggiorno.

Portati in questura

Otto dipendenti, tutti cinesi, sono stati trovati senza permesso di soggiorno. Sono stati identificati e portati in Questura dove hanno ricevuto il foglio di via. Entro una settimana dovranno lasciare il territorio italiano.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI