L’ex sindaco di Seregno, Giacinto Mariani della Lega Nord, perde causa in Tribunale per diffamazione.

L’ex sindaco Mariani perde la causa in Tribunale

Giacinto Mariani perde causa in Tribunale per diffamazione. La Corte d’Appello di Milano ha dato torto all’ex sindaco, Giacinto Mariani, nella causa intentata per diffamazione contro il settimanale “L’Espresso”, a seguito della pubblicazione dell’inchiesta giornalistica sugli intrecci fra politica e affari nell’aprile del 2013. L’autore del servizio, il brianzolo Fabrizio Gatti, era stato querelato dall’allora sindaco perché correlava l’azienda di cui era socio occulto (la +Energy) con una società poi sequestrata dalla magistratura campana perché intestata a un prestanome del clan dei Casalesi.

La decisione della Corte d’Appello di Milano

La Corte d’appello di Milano ha riformato il giudizio di primo grado emesso dal Tribunale civile di Monza, che aveva condannato il periodico per alcuni passaggi dell’articolo ritenuti diffamatori con la richiesta di un risarcimento di 30mila euro in favore del noto esponente della Lega Nord. In secondo grado la seconda sezione civile della Corte d’Appello ha invece ritenuto continenti e motivate tutte le informazioni contenute nel servizio giornalistico di Gatti. L’ex sindaco e vicesindaco del Carroccio è stato condannato al pagamento delle spese processuali di 25mila euro oltre ai costi accessori.

Leggi anche:  Avvelenati da tallio, Mattia Del Zotto ha messo il veleno negli alimenti