E’ stato arrestato dai Carabinieri di Lissone, dopo aver effettuato 8 prelievi con un Bancomat rubato dalla borsa di una mamma che stava accompagnando il figlio alla scuola materna. In manette è finito un pregiudicato lissonese di 42 anni.

Aveva rubato il Bancomat

I militari, coordinati dal luogotenente Roberto Coco, nella serata di lunedì hanno fatto scattare le manette per un lissonese nullafacente e pregiudicato.

La misura cautelare è stata emessa dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Monza. L’accusa per l’uomo è di furto aggravato e indebito utilizzo del Bancomat.

Lissone, il 42enne arrestato

Le indagini dei Carabinieri di Lissone

Le indagini sono iniziate dopo la denuncia di una 36enne residente in città che aveva segnalato il furto delò suo portafoglio con documenti e carta di credito. La donna avrebbe lasciato incustodita la borsa all’interno del mezzo proprio mentre accompagnava il figlioletto alla scuola materna.

Nel pomeriggio sono stati registrati 8 prelievi con il Bancomat per circa 2mila euro, oltre a un pagamento con carta di credito per 1.224 euro.

Leggi anche:  Ritardi nella consegna del kit per diabetici

Il malvivente incastrato dalle telecamere

Importantissime sono state le immagini di videosorveglianza delle banche dove erano stati effettuati i prelievi oltre che sentire il titolare dell’esercizio commerciale.

I Carabinieri della luogotenenza di Lissone sono riusciti quindi a risalire a una coppia di gemelli, già noti alla Magistratura, identificando l’autore materiale del furto grazie ad un neo che lo differenzia dal fratello.

© RIPRODUZIONE RISERVATA