Lite tra vicini di casa a Meda finisce in ospedale. Botte da orbi per un cancelletto lasciato aperto, uno dei litiganti sferra un pugno all’altro e lo spedisce al pronto soccorso.

Al culmine della lite è partito un violento pugno

Epifania movimentata in via Canturina, dove intorno alle 12.30 sono accorsi Carabinieri e soccorritori del “118” per una violenta lite scoppiata tra vicini per futili motivi. Secondo quanto è stato possibile ricostruire, all’origine del diverbio ci sarebbe un cancelletto lasciato aperto. Ne è scaturita un’accesa discussione e ben presto dalle parole si è passati alle mani: al culmine del litigio, uno dei due ha sferrato un violento pugno in faccia all’altro, provocandogli delle ferite piuttosto serie.

Il ferito è stato sottoposto a un intervento chirurgico

La moglie della vittima dell’aggressione ha subito allertato i soccorsi e sul posto sono accorsi i Carabinieri del comando cittadino e un’ambulanza del Comitato lentatese della Croce rossa, i cui sanitari hanno medicato il ferito per poi trasferirlo al pronto soccorso dell’ospedale “San Gerardo” di Monza. Il medese è stato sottoposto a intervento chirurgico. Il vicino gli ha provocato lesioni giudicate guaribili in 40 giorni. Spetterà ora ai Carabinieri ricostruire l’esatta dinamica dell’episodio.