Magnete sul contatore per taroccare i consumi: arrestato barista. Lo stratagemma scoperto dai Carabinieri su segnalazione dei tecnici della società elettrica. Il 57enne ora è ai domiciliari.

Trucco del magnete: arrestato barista

L’esercente di via Villa, a Bresso, è finito nei guai nella giornata di mercoledì. I suoi consumi di corrente, infatti, risultavano troppo bassi rispetto alla media. Da qui la decisione del personale dell’azienda che fornisce la corrente di eseguire il sopralluogo. Ed è spuntato fuori, infatti, il trucco: il barista aveva posizionato sul proprio contatore un magnete. Obiettivo: alleggerire in maniera fraudolenta la propria bolletta. Ma gli è andata male.

Processato per direttissima, è finito ai domiciliari

Il barista arrestato mercoledì dai Carabinieri della Compagnia di Sesto San Giovanni (allertati proprio dal personale della società elettrica) è stato processato per direttissima ieri, giovedì, in Tribunale, a Monza. Il giudice ha convalidato il fermo. Il 57enne è stato mandato agli arresti domiciliari in attesa della prossima udienza del processo a suo carico.