Metro fino a Vimercate, Rampi torna alla carica con il nuovo ministro.

Una nuova interrogazione

Una nuova interrogazione per sollecitare un passo decisivo da parte del nuovo Governo Conte a sostegno del prolungamento da Cologno fino a Vimercate della Linea 2 della metropolitana milanese. E’ quanto ha presentato all’inizio della settimana il senatore vimercatese del Pd Roberto Rampi all’attenzione del ministro alle Infrastrutture e dei Trasporti del Movimento 5 Stelle Danilo Toninelli.

Ecco il testo dell’interrogazione

Premesso che:

l’area est della Brianza al momento non è servita da mezzi pubblici in grado di sostenere il flusso giornaliero di lavoratori e visitatori. Sono stati proposti, nel corso degli anni, alcuni progetti, giudicati non sostenibili economicamente, per prolungare la metropolitana da Cologno nord a Vimercate, seguendo un percorso interrato;

al momento le proposte portate sul tavolo dalle varie associazioni di cittadini attive sul tema della riduzione dell’inquinamento e della sostenibilità ambientale nonché dalle diverse forze politiche sono: metropolitana esterna per ridurre i costi; metrotranvia sul modello di quelle bergamasche; BRT (bus rapid transit); una tranvia a scartamento speciale che possa transitare sulla linea M2 così da evitare rotture di carico;

considerato che:

vi è necessità di valutare il carico dei mezzi soprattutto negli orari di punta da e verso le grandi realtà produttive della zona: Energy park, il distretto hi-tech del vimercatese, centro direzionale Colleoni, Area commerciale di Carugate a ridosso della tangenziale est;

occorre inoltre ricordare l’incidenza dell’eccessivo traffico in tangenziale est da e verso Linate anche sul trasporto merci;

è necessario ribadire l’incidenza della percezione di sicurezza nella scelta di utilizzare o meno il mezzo pubblico da parte dell’utente: qualunque soluzione, se non continuativa da Milano centro, deve prevedere un nodo di interscambio al chiuso e fermate accessibili solo a chi usufruisce del mezzo per rendere il trasporto pubblico adeguatamente attrattivo per tutte le categorie di utenti: giovani e anziani, donne e uomini, persone sole o accompagnate, con o senza disponibilità economiche, lavoratori diurni e notturni;

il mezzo pubblico non deve essere una scelta di serie B ma deve essere la prima scelta per chi deve muoversi da e verso Milano e per rendere attrattivo il distretto hi-tech che necessita di un rilancio nei prossimi anni. Occorre considerare questo nuovo approccio prioritario per i prossimi 5 anni della XVIII Legislatura in tutte le scelte riguardanti i trasporti,

si chiede di sapere:

quali iniziative il Ministro in indirizzo intenda mettere in atto, al fine di favorire la mobilità ecosostenibile nell’area est della Brianza, con particolare riferimento alle attività di rilancio del distretto hi-tech del vimercatese e i collegamenti con l’aeroporto di Linate;

se intenda attivare un tavolo di confronto con la Regione Lombardia, con tutti i parlamentari eletti sul territorio e con i Comuni coinvolti per trovare insieme una soluzione che vada incontro alle esigenze dei cittadini.