Claudio Onorato, 31 anni, monzese è stato trovato morto a Candela, piccolo paesino del foggiano, dove si era trasferito nel 2013.

Trovato morto

Lo hanno trovato morto appena un mese dopo essere stato barbaramente picchiato dai parenti della fidanzata a cui era invisa la relazione. Si sta cercando di fare chiarezza sulla morte di Claudio Onorato, 31 anni. Il ragazzo, che dal 2013 viveva a Candela, in provincia di Foggia,  dopo aver lasciato Monza dove era cresciuto, è stato trovato morto impiccato nella sua abitazione pugliese il 4 febbraio. La morte sarebbe riconducibile a un suicidio ma i genitori del ragazzo hanno sollevato diversi interrogativi.

L’aggressione

Il 6 gennaio il ragazzo aveva denunciato di essere stato barbaramente picchiato da alcuni parenti della fidanzata che non accettavano la relazione tra i due.  “Mio figlio aveva paura anche solo a presentare denuncia. Era stato minacciato e non girava più da solo per le vie del paese”, ha spiegato mamma Cinzia. “Stava passando un momento difficile, ma non si sarebbe mai tolto la vita se non fosse stato istigato a farlo. Voglio capire cosa è successo”.

Leggi anche:  Auto si ribalta, paura e traffico in tilt

La famiglia chiede giustizia

Ora i genitori del ragazzo e i tanti amici monzesi di Sant’Alessandro chiedono giustizia e maggiori certezze sulla morte del giovane. I particolari della vicenda e le interviste esclusive li trovate  sul Giornale di Monza in edicola.  Intanto a Candela  gli amici hanno organizzato, per il 5 marzo, un corteo per ricordare l’amico scomparso e in segno di protesta contro l’omertà.