I carabinieri di Caravaggio hanno arrestato un pregiudicato di 46 anni, in precedenza domiciliato a Vimercate, per aver picchiato la convivente.

Affidato ai servizi sociali

Ieri i carabinieri della stazione di Caravaggio hanno arrestato su ordine di carcerazione un pregiudicato italiano di 46 anni. L’uomo da alcuni mesi stava scontando la sua condanna per reati contro la persona e il patrimonio, emessa dalla Corte d’Appello di Milano, in regime di affidamento in prova ai servizi sociali. La misura, alternativa alla detenzione prevedeva, tra l’altro, anche l’obbligo di restare in casa durante la notte.

Picchia la convivente

In precedenza domiciliato a Vimercate, da tempo l’uomo viveva a Caravaggio insieme alla compagna. A fine marzo, il 46enne ha aggredito la convivente procurandole oltre 20 giorni di prognosi, in conseguenza delle lesioni riportate. La vittima, convocata dai carabinieri in caserma per approfondimenti, ha confermato l’aggressione da parte del compagno, ma non ha voluto formalizzare alcuna denuncia. E’ comunque scattata la segnalazione d’ufficio alla Procura della Repubblica di Bergamo per lesioni personali, oltre che all’Ufficio di Sorveglianza di Brescia. E’ stata proprio quest’ultimo ufficio giudiziario a emettere la revoca dell’affidamento in prova ai Servizi sociali e così a disporre la carcerazione. Dopo le formalità di rito, i militari dell’Arma hanno quindi arrestato il 46enne e poi portato in carcere di Bergamo.