AGGIORNAMENTO DELLE 13 Precipita in Grigna muore 43enne. Non ce l’ha fatta l’escursionista rimasto vittima poche ore fa di una terribile caduta in Grigna Settentrionale. Nonostante la tempestività dei soccorsi per l’escursionista non c’è stato nulla da fare. Ancora sangue sulle montagne lecchesi. Solo una settimana fa un ragazzo di 23 anni era morto sul Due Mani.  La vittima dell’incidente di oggi risiede nel Milanese. Secondo una prima ricostruzione pare che l’uomo, che si trovava in compagnia di un amico, sia caduto mentre stava affrontando l’ascensione lungo un sentiero. Sembra che l’uomo sia scivolato nel tentativo di recuperare lo zaino che gli era caduto.

Grave incidente in Grigna Settentrionale nella tarda mattinata di oggi, venerdì 15 dicembre. Un escursionista, un uomo di 43 anni, di cui non sono ancora note le generalità, è caduto mentre si trovava sul Grignone. L’allarme è scattato poco dopo le 11.

Grave incidente in Grigna

Pare che l’escursionista si trovasse nei pressi del Bietti, il rifugio di proprietà del Cai Grigne di Mandello del Lario. E’ punto di partenza per salite di vario livello che  portano in vetta al Grignone. Nei pressi del rifugio sono inoltre collocate le più famose vie di arrampicate storiche come quelle del Sasso Cavallo. Da chiarire la dinamica dell’incidente. Quel che è certo è che la centrale operativa del 118, per velocizzare le operazioni di soccorso, ha fatto alzare in volo l’elicottero dell’ospedale di Bergamo. I sanitari stanno agendo in codice rosso. Al momento sono stati allertati anche i Carabinieri del Comando provinciale di Lecco.