Quattro rapine in un’ora presi i banditi. Sono due italiani, abitano a Monza.

Quattro rapine in un’ora presi i banditi

Sono stati arrestati i due banditi ricercati per le rapine avvenute la scorsa settimana in Brianza. Si tratta di Cristian Izzo, 25 anni e Roberto Verderosa, 48 anni, entrambi di Monza.

I due banditi, lo scorso 31 gennaio, avevano agito in poco più di un’ora con 4 diversi colpi a Lissone, Monza e Cologno Monzese. A Milano questa mattina la conferenza stampa dove sono emersi i particolari dell’operazione dei Carabinieri di Monza.

Tre rapine e una fuga da film per i banditi

Nel pomeriggio del 31 gennaio i due rapinatori sono entrati in azione in sella a una motocicletta. Prima hanno colpito nel supermercato In’s di Lissone, bottino 370 euro. Poi si sono diretti a Monza, dove hanno rapinato la farmacia di Sant’Albino. In questo caso il bottino è ancora da quantificare ma si aggirerebbe intorno ai 270 euro. Ma il loro piano non era ancora terminato: sono arrivati a Cologno Monzese poco prima delle 17 e hanno fatto irruzione nel supermercato U2, anche in questo caso bottino da quantificare. LEGGI QUI LA NOTIZIA.

Il tamponamento

Decisivo per la loro cattura è stato il tamponamento di una Fiat Panda avvenuto proprio intorno alle 17 a Cologno. I due rapinatori stavano scappando in sella alla moto quando, a causa dell’asfalto viscido per via della pioggia, sono scivolati e hanno tamponato una Panda con a bordo un nonno e la sua nipotina di 7 anni. Hanno provato a far ripartire la moto ma non riuscendoci hanno fatto scendere i due dalla macchina e sono scappati a bordo dell’auto rubata, che non è stata ancora ritrovata.

Leggi anche:  Blitz anti abusivi ai mercati: sequestrati 250 chili di merce

La fuga in auto e il controllo

Sempre il 31 gennaio Izzo e Verderosa, dopo aver compiuto i 4 colpi, sono stati fermati a Cologno dai Carabinieri per un controllo. I due si erano già disfati dell’auto rubata e viaggiavano a bordo di un’altra vettura risultata “pulita”. Peccato sia sfuggito loro un dettaglio fondamentale: durante la perquisizione infatti i militari hanno trovato le chiavi della Panda rubata poco prima.

Il team del comandante Pinnelli ha fatto centro

Da questo dettaglio sono partite le indagini da parte dei Carabinieri della Compagnia di Monza guidata dal comandante Pierpaolo Pinnelli. Che si sono appostati sotto casa di Izzo per seguirne i movimenti. Quando il 25enne ha lasciato l’abitazione per portarsi dal “socio” è scattato il blitz e l’arresto.

A casa indumenti e caschi dei rapinatori

A casa dei due rapinatori i Carabinieri hanno trovato indumenti e caschi riconducibili a quelli degli autori delle rapine. Delle due pistole giocattolo utilizzate durante i colpi una è stata persa durante l’incidente avvenuto a Cologno. L’altra non è stata ancora trovata. Così come il bottino delle rapine.

Seguono aggiornamenti