Ha ferito una commerciante, facendo degenerare il furto nel piccolo alimentari straniero di via XX Settembre a Monza in rapina. E tutto per una bottiglia di Tavernello da poco più di un euro. Protagonista dell’aggressione ieri sera, attorno alle 23, è stato un marocchino.

Il furto di vino

Il ragazzo straniero è entrato nel negozio gestito da una famiglia del Bangladesh, è andato a colpo sicuro dove si trovano le bottiglie di vino e ha preso un Tavernello. Poi è uscito come se nulla fosse, senza pagare la bottiglia. La proprietaria a quel punto lo ha invitato a pagare quello che aveva preso e lui per tutta risposta l’ha spintonata facendole battere la testa contro la vetrata del negozio di fianco. Quindi ha lasciato a terra la bottiglia rubata.

L’inseguimento

Sulle tracce del malvivente si è messo subito il figlio della negoziante che è prima intervenuto in difesa della madre e lo ha cerato di placcare. E subito dopo,  quando il marocchino ha iniziato a correre, l’ha rincorso. Ma a quel punto anche il ragazzo bengalese è incorso nella furia del marocchino che lo ha anche provato a colpire con una bottiglia di vetro presa dalla spazzatura.

Leggi anche:  Avvelenati da tallio, Mattia Del Zotto ha messo il veleno negli alimenti

L’arrivo della Polizia

Nel frattempo qualcuno aveva già chiamato la Polizia di Stato. Gli agenti, a quel punto, hanno chiamato una ambulanza per soccorrere la donna che aveva riportato nell’aggressione una ferita alla testa. La Croce Bianca di Biassono l’ha quindi trasportata in codice verde al Policlinico per gli accertamenti dl caso. Inutile invece la ricerca del malvivente che aveva già fatto perdere le sue tracce. Serata movimentata, ieri, per la Polizia che alle 21 era invece intervenuta per tre rapine e una rissa in zona stazione.