Rapine, aggressioni e risse: serata di follie in stazione

E’ successo ieri sera, mercoledì, tra Corso Milano e la stazione, a Monza. Erano da poco passate le 21 quando due volanti sono state chiamate e inviate in Corso Milano, dove una passante aveva segnalato la presenza di una donna che stava inseguendo degli extracomunitari, chiedendo aiuto e urlando loro di riconsegnarle il portafoglio.

Giunti sul posto, gli agenti si sono messi alla ricerca della donna, percorrendo Corso Milano più volte, senza però riuscire a individuarla.

Una ragazza è stata rapinata del cellulare

A quel punto i poliziotti sono entrati in stazione per effettuare anche lì un controllo. Una volta all’interno, al binario 1 è arrivato un treno, quello che percorre la tratta Albairate Saronno. Una volta fermatosi, si sono sentite delle urla di donna provenire dalla parte posteriore del treno. Gli operatori della volante si sono precipitati nelle vicinanze per capire cosa stesse accadendo.

Hanno trovato una ragazza che ha riferito di essere stata appena rapinata del suo cellulare, un Samsung S8 Plus, da parte di due persone di origine nordafricana, probabilmente marocchini. Più precisamente la ragazza ha spiegato che i due, a treno fermo, sono saliti a bordo e dopo averla spintonata e fatta cadere a terra, uno dei due le ha strappato il cellulare dalle mani per poi scendere e scappare sul marciapiede e dileguarsi nel buio lungo i binari in direzione di Sesto San Giovanni, facendo perdere le tracce.

La vittima ha anche riferito che i due malviventi erano in compagnia di altri due soggetti che erano rimasti giù dal treno e che si erano con loro dati alla fuga.

Sul posto era già presente un’autoambulanza che prestava i primi soccorsi alla donna che però ha rifiutato il trasporto in ospedale, per poi, dopo essere stata invitata a recarsi presso il commissariato per sporgere denuncia.

Un uomo preso a suon di calci e pugni per il Samsung

Nel frattempo sul posto era presente un cittadino nigeriano, che parlava un italiano stentato, e ha riferito che anch’esso era stato rapinato del suo cellulare, un Samsung Galaxy Plus di colore bianco. I responsabili erano quattro persone di origine nordafricana che lo avevano avvicinato sul primo binario, lo avevano aggredito a calci e pugni, colpendolo anche con una bottiglia alla testa.

Leggi anche:  Ubriaco investe tre persone in centro a Sondrio

Tali soggetti si erano poi dati alla fuga a piedi uscendo dalla stazione lungo il lato di via Arosio, seguiti dalla vittima che è stato a quel punto raggiunto da pietre e ciottoli, tra i giardinetti antistanti la stazione e Corso Milano (è stato poi trasportato in codice verde al San Gerardo).

L’aggressione in Corso Milano

Poco dopo, nei pressi dell’ingresso della Stazione, un uomo ha riferito che qualche minuto prima, transitando in Corso Milano, aveva notato all’altezza di un negozio di scarpe “Cereda” tre uomini (e non quttro come nel precedente caso) che aggredivano una quarta persona a terra. Immediatamente ha chiamato il 112 che ha mandato sul posto un’ambulanza.

Il testimone ha aggiunto che i tre erano dei cittadini extracomunitari, mentre della persona aggredita non ha saputo fornire alcun descrizione.

Rissa in stazione

Sempre intorno alle ore 21 sono giunte in commissariato diverse segnalazioni in cui si riferiva di una decina di extracomunitari di colore che litigavano furiosamente nei giardinetti antistanti la stazione e che si lanciavano i ciottoli e cocci di bottiglia raccolti da terra che finivano sulla carreggiata di corso Milano.

Tali soggetti si sono allontanati in direzione stazione non appena si sono accorti dell’arrivo degli agenti. Per terra all’ingresso della stazione ferroviaria, nella parte interna, gli agenti hanno riscontrato la presenza di numerosi frammenti di vetro, derivanti da bottiglie di birra spaccate.