Roberto Rampi tra i sei senatori più giovani. Quarantenne solo da pochi mesi, eletto a Palazzo Madama per il Partito democratico alle elezioni del 4 marzo, Rampi si è insediato questa mattina, venerdì, al Senato.

Stretta di mano con Napolitano

Un momento particolarmente emozionante perché, come previsto dal protocollo, l’ex deputato ed ex vicesindaco di Vimercate, è salito sul banco della presidenza e ha potuto stringere la mano al presidente emerito della Repubblica Giorgio Napolitano, senatore a vita, che ha presieduto la seduta di insediamento e che ha dato il benvenuto ai neo eletti. Insieme a Rampi anche gli altri cinque senatori più giovani.

Un caffè con Carlo Rubbia e Liliana Segre

“Sono tra i sei senatori più giovani – ha commentato pochi minuti fa Rampi sul suo profilo Facebook –  Oggi nell’ufficio di presidenza tra i segretari provvisori. Si inizia, con disciplina e onore. Con il senso del valore di queste istituzioni democratiche preziose. Con la straordinaria opportunità di offrire un caffè a Carlo Rubbia e ragionare con lui di questioni ambientali e con Liliana Segre (entrambi senatori a vita, ndr). Serve intelligenza e creatività. E senso della misura”.

Guarda la Gallery