Scritte ingiuriose e vergognose, arriva la condanna trasversale. Parole nette contro quello che viene definito un puro atto di vandalismo, espresse da tutte le forze politiche di Vimercate, attraverso un comunicato congiunto che prende formalmente le distanze dal grave episodio accaduto nelle scorso fine settimana.

Il fatto

Come noto domenica mattina in piazza Santo Stefano, a Vimercate,  era previsto un presidio del gruppo di estrema destra “Casa Pound” per la raccolta delle firme necessarie per sostenere la presentazione della lista alle prossime elezioni politiche. Di contro Anpi e altre forze antifasciste avevano organizzato una contro iniziativa a poche decine di metri di distanza, in piazza Roma. Nella notte tra sabato e domenica, però, ignoti avevano imbrattato i muri degli edifici di piazza Santo Stefano con scritte in rosso contro i fascisti e le forze dell’ordine. Un gesto vergognoso, condannato a caldo anche dalla stessa Anpi.

Nella giornata di oggi, mercoledì, è arrivata anche la condanna delle forze politiche vimercatesi, attraverso un comunicato diramato dal Comune.

Leggi anche:  Seregno | Dopo lo stop del Prefetto, riapre la pizzeria di Sculli

Il comunicato di condanna

“L’Amministrazione del Comune di Vimercate e i gruppi consiliari esprimono unanime e ferma condanna
nei confronti delle scritte ingiuriose apparse sui muri del centro cittadino nella mattinata di domenica 21 gennaio: un atto di puro e semplice vandalismo, che nulla ha a che vedere con valori condivisi da tutte le forze politiche rappresentate in Consiglio Comunale, quali la lotta al fascismo e la difesa della Costituzione”.