Striscione contro Mattarella rimosso dai Carabinieri: “Traditore”. E’ stato posizionato da ignoti sul ponte pedonale che sovrasta viale Fulvio Testi. Gli autori rischiano ora una denuncia.

Striscione contro Mattarella

Il gesto dimostrativo contro il presidente della Repubblica Sergio Mattarella è stato compiuto nella serata di lunedì. Ignoti hanno scelto come “location” per il loro atto la passerella pedonale nei pressi dell’istituto scolastico del Parco Nord, tra Cinisello Balsamo e Sesto San Giovanni.

Gli autori rischiano ora una denuncia

A indagare sul fatto sono i Carabinieri, che hanno provveduto a rimuovere lo striscione lunedì sera, attorno alle 23. Sullo striscione di stoffa lungo alcuni metri si leggeva “Alto tradimento verso gli italiani, articolo 90”. Un riferimento per nulla velato alla mancata nascita del Governo Cinque Stelle-Lega. E gli autori del gesto rischiano ora una denuncia penale per offesa all’onore e al prestigio del presidente della Repubblica.

Ennesimo atto dimostrativo

Quello di lunedì è stato l’ennesimo atto di “protesta” contro l’inquilino del Quirinale. Grande scalpore ha destato, ad esempio, la decisione presa da alcuni sindaci leghisti dell’Hinterland di rimuovere dagli uffici comunali il ritratto di Mattarella. Ma le proteste non sono avvenute solo nel Milanese. E non hanno visto protagonisti solo i leghisti. Il caso di Rho ne è una prova.