Un 25 aprile “senza Liberazione”: 49enne arrestata dai Carabinieri. Ubriaca, ha dato di matto perché il barista non voleva più servirle da bere. Aggrediti anche i militari.

Un 25 aprile… con arresto

A finire nei guai è stata una 49enne di nazionalità cubana, che nel pomeriggio di ieri, mercoledì, è entrata all’interno del bar La Tana del lupo di Bresso, in via Achille Grandi. Vistosamente su di giri per il troppo alcol ingurgitato, come prima cosa se l’è presa con il barman, “colpevole” di non volerle servire più da bere, visto il suo stato. Erano da poco passate le 17.30.

Il “no” del barista ha scatenato la 49enne

Davanti a questo rifiuto, la donna è andata giù di matto. Ha iniziato a inveire e insultare non solo il barista, ma anche i clienti. E all’arrivo dei Carabinieri della Compagnia di Sesto San Giovanni ha pensato bene di aggredire fisicamente anche loro: non solo pugni, ma anche sputi. E per lei è scattato l’arresto per resistenza. Processata questa mattina, giovedì, in Tribunale, a Monza, è stata sottoposta all’obbligo di firma, in attesa della prossima udienza.