Una condomina fa arrestare due ladri. La donna, infatti, non ha esitato a chiamare i Carabinieri non appena ha sentito dei rumori sospetti provenire dal pianerottolo.

Arrestati due ladri

Sono stati arrestati ieri, lunedì 7 maggio alle 11.30, prima di mettere a segno il furto in un appartamento di Lissone, all’interno di un condominio in via San Giovanni Bosco. E se i banditi, fortunatamente, non sono riusciti a portare a termine il loro piano, è solo grazie al senso civico di una condomina. La donna, infatti, non appena ha sentito degli strani rumori provenire dal pianerottolo, si è insospettita. E non ha esitato a richiedere l’intervento dei Carabinieri. Sul posto, in pochi minuti, sono arrivati i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile – Pronto Intervento della Compagnia di Desio, unitamente ai militari dell’Arma della Stazione di Lissone.

L’operazione

Tre equipaggi dei Carabinieri si sono posizionati all’esterno dell’edificio e due militari sono entrati nel palazzo. In pochi secondi hanno individuato i due malfattori che si trovavano ancora sulle scale. I due ladri avevano già individuato, al quarto piano, un appartamento in quel momento vuoto. Proiettando con una piccola torcia elettrica la luce sotto la porta si erano assicurati che nella casa non ci fosse nessuno. Tuttavia il senso civico della vicina di casa e la prontezza dei Carabinieri ha impedito che i due portassero a segno il loro piano. Quando i militari dell’Arma li hanno arrestati in flagranza per tentato furto in abitazione, avevano addosso tutti gli arnesi che avrebbero utilizzato per scassinare la serratura dell’abitazione. Trattenuti dai Carabinieri, oggi saranno sottoposti a processo per direttissima.