Ore contate per i vandali di Capodanno. Il Comando della Polizia locale di Lissone, infatti, ha consegnato ai Carabinieri le registrazioni delle telecamere di piazza 4 Novembre. All’interno dei nastri le immagini del “delirio” della notte di San Silvestro.

Vandali di Capodanno: la rabbia del sindaco

E’ lo stesso sindaco Concetta Monguzzi a confermare che le immagini delle telecamere di sicurezza sono state affidare ai militari della luogotenenza di Lissone.

In più frame sono ben visibili gli atti vandalici che si sono verificati davanti alla biblioteca civica la notte di Capodanno; ora saranno i Carabinieri a procedere con l’identificazione dei responsabili.

I video sono stati estrapolati dalle registrazioni del sistema di sicurezza che si trova sulla facciata di Palazzo Vittorio Veneto, sede della biblioteca civica.

“Scene che mi hanno spaventata”

Il primo cittadino, insieme al comandante della Polizia locale Ferdinando Longobardo, ha visionato per intero le registrazioni a partire dalle 21.30 fino a notte inoltrata.

Le immagini che ho visto mi hanno molto spaventata, si notano tutte le fasi della furia di questi ragazzi che se la sono presa con una fontanella e con due bidoni della raccolta dei rifiuti, vicino ai giochi per i bimbi.

Gli stessi ragazzi erano in pericolo

Una sequenza che lascia senza parole. Il primo episodio di vandalismo si è registrato intorno alle 22.30 circa. Nelle immagini si vede chiaramente una banda di ragazzi che si avvicina a uno dei grossi cestini in metallo con la base in cemento e getta all’interno un oggetto, forse un grosso petardo.

Dopo pochi secondi si vede una fortissima esplosione che ha frantumato il contenitore in decine di pezzi metallici molto affilati.

Il secondo frame mette invece in risalto la manomissione di una delle fontanelle di ghisa e la distruzione di un altro cestino dell’immondizia.

L’episodio, guardando le registrazioni, è culminato con l’esultanza della banda di ragazzini che hanno assistito e partecipato a questo atto vandalico.

Le immagini sono nelle mani dei Carabinieri

Tutta la registrazione della scena è ora stata consegnata ai Carabinieri della luogotenenza di Lissone che, dopo aver identificato gli artefici di questo vero e proprio raid vandalico, potrebbero procedere con una denuncia d’ufficio.

Le scene che ho visto mi hanno molto spaventato, gli stessi ragazzi se fossero stati colpiti avrebbero potuto farsi molto male; queste persone devono prendersi le responsabilità delle loro azioni che avrebbero potuto avere anche conseguenze molto più gravi.

Ora spetterà ai militari dell’Arma valutare l’opportunità di procedere d’ufficio con una denuncia per danneggiamento di beni di utilità pubblica, così come previsto dal Codice penale.

Subito l’azienda Gelsia ha prontamente ripulito l’area e sostituito i cestini distrutti; sicuramente chiederemo il risarcimento del danno ai colpevoli, una volta identificati.

L’ultimo dell’anno in fiamme lo scivolo

La mattina del 31 dicembre scorso il capogruppo di Forza Italia Daniele Fossati aveva evidenziato i danni causati da un incendio allo scivolo nell’area giochi di piazza 4 Novembre.

Leggi anche:  Giovannini d'oro: Monza premia le sue eccellenze

Anche in quel caso al vaglio del Comando della Polizia locale le immagini di sorveglianza del piazzale antistante la biblioteca civica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

La notizia sul Giornale di Monza in edicola da martedì 16 gennaio.