Nella notte hanno lanciato la vernice rossa contro il muro e i citofoni all’ingresso di un condominio di via Portichetto a Desio. Un  atto grave con i residenti stanchi di finire nel mirino di ignoti vandali e di pagare per i danni lasciati a loro carico. Ora chiedono più controlli e pensano alle telecamere.

Un atto grave

Non è la prima volta che il palazzo viene preso di mira dai vandali, spesso l’area adiacente diventa un punto di ritrovo usato dai giovani per appartarsi, come i condomini ci raccontano: «Le scritte sui muri sono una costante, la vernice sul citofono è la prima volta. Questa è maleducazione e inciviltà che continua a perpetuarsi perché non viene punita, probabilmente metteremo telecamere di sorveglianza».

In passato anche scritte sui muri

«Le scritte sui muri le abbiamo subite spesso – proseguono – ma questa secchiata di vernice rossa contro il citofono è particolarmente evidente e grave e siamo esausti. Assurdo che in una zona così centrale riescano a fare cose di questo tipo. La sera i ragazzi sfruttano il portichetto davanti all’ingresso per appartarsi, abbiamo provato a trovare anche dei preservativi. Per questo avevamo già messo delle stanghe di metallo ondulate, per impedire che le persone si siedano lì. Ora però aggiungeremo anche le telecamere».