All’ora dell’ aperitivo i locali sono sempre più gremiti. Merito dell’happy-hour! Tavole imbandite con piatti di portata pieni d’ogni tipo di preparazione gastronomica. Dagli antipasti freddi ai primi piatti più elaborati, dagli arrosti ai tranci di pesce fino ai dessert: il buffet ha infinite possibilità. L’ aperitivo ha poi anche una funzione sociale. La giornata si conclude all’insegna di sfizi e vizi. Così ci si permette di scaricare la tensione accumulata durante il lavoro e favorisce la vita sociale.

Il buffet, un must dell’ aperitivo

Lo apprezzano ormai tutti, questo buffet… ma chi l’ha inventato? Ebbene, non ci crederete ma, i primissimi a lanciare il buffet sono stati i russi che per facilitare la difficile arte del “serviti da te” hanno persino introdotto l’utilizzo di posate e piatti più grandi del normale… In effetti, base della gastronomia russa sono gli zakuski, ovvero tipici «piatti da buffet», generalmente freddi, che sono disposti al centro della tavola e dai quali i commensali si servono da soli. Tra gli zakuski immancabili sono i pesci marinati o affumicati, quali salmone, storione, sgombri e aringhe.

Leggi anche:  Ricetta filetto branzino con vongole e pomodori

Ogni sera è una festa

Vengono poi numerose varietà d’insalata di patate, verdure ripiene, arrosti freddi, uova e caviale. Il tutto accompagnato, tradizionalmente, dalla vodka. Nei ricettari di cucina internazionale s’incontra qualcosa di molto simile anche in area scandinava, precisamente nel cosiddetto smorgasbord svedese e nel koldt bord danese, che vengono accomunati sotto il nome di buffet danoise. Il buffet, russo, danese o mediterraneo che sia, è una tipologia di servizio più dinamica e originale della classica cena al tavolo, che favorisce i contatti tra gli ospiti quando questi sono numerosi. E pazienza se la dieta ne risentirà…