Una Carmen tutta danzata, il 5 gennaio alle ore 21.00, aprirà il 2018 al teatro Comunale di Limbiate. La propone il rinomato Balletto di Milano

Il Balletto di Milano porta la Carmen a Limbiate

Forte del recente successo nella “6 giorni” a Catania e in molti altri teatri italiani il Balletto di Milano arriva a Limbiate e presenta la Carmen.Diretto dal 1998 da Carlo Pesta, è tra le compagnie di danza di maggior prestigio in Italia, riconosciuta e sostenuta dal Ministero per i Beni e le Attività culturali e dal Comune di Milano. Oltre al Teatro alla Scala, è l’unica compagnia di balletto stabile in Lombardia ad avere un proprio teatro e un’attività internazionale, richiesta dai più grandi teatri così come da fondazioni liriche e festival, con grandi numeri di pubblico e consensi di critica.

Opera famosa in tutto il mondo

Poche opere hanno avuto fortuna quanto la Carmen (il debutto avvenne a Parigi nel 1875), capolavoro ispirato alla novella omonima di Prosper Mérimée e all’opera del compositore George Bizet: anche per questo sono sempre tante, le riletture in forme artistiche diverse dalla lirica: cinema, musical e naturalmente la danza. La versione del Balletto di Milano è firmata dai coreografi Agnese Omodei Salé e Federico Veratti,  mentre l’ideazione scenica è di Marco Pesta.

La Carmen in breve

Carmen, nell’immaginario collettivo, è incarnazione di femminilità e seduzione. Bella e anticonformista, passionale e desiderata, sfida chiunque voglia sottometterla usando il  fascino e la forte personalità. Mossa dall’amore per la libertà e incondizionatamente fedele a se stessa, è però consapevole che tutto ciò la condurrà a una fine precoce. Carmen la gitana infatti crede nel destino che legge nelle carte, ed è il destino a dominare il campo, nello spettacolo del Balletto di Milano, svelandosi attraverso i simboli delle carte e i suoi tradizionali colori: bianco per l’amore, rosso per la passione, nero per la morte. Il destino mette sulla strada della gitana il soldato Don José, folgorato da Carmen sin dal primo incontro (per lei diventerà disertore, brigante, assassino) e il torero Escamillo che se ne innamora, pur  essendo già legato a Micaela.  Il destino le sarà accanto fino a svelarle la fine imminente, in un avvincente faccia a faccia sulle note dell’habanera.

Coreografie coinvolgenti e 15 ballerini in scena

Carmen, Don Josè, Escamillo e Micaela sono gli interpreti principali di un balletto con quindici ballerini in scena impegnati in coreografie coinvolgenti: dagli appassionati pas de deux alle vivaci danze d’assieme di gitani, soldati e sigaraie. Il clima d’energia e passione si ritrova anche nell’allestimento, ove convivono tradizione e modernità, avvolti dalle celebri arie (fra le più popolari,  “l’amour est un oiseaurebelle”). Doveroso peraltro ricordarne l’interpretazione della soprano Maria Callas, che con il suo temperamento forte e passionale ha lasciato un’impronta autentica di Carmen, patrimonio di un’opera lirica eterna.