Approda anche a Monza “Fuori Tempo di Libri”, la rassegna di eventi legati alla Fiera dell’editoria italiana che si terrà a Milano Fiera Rho fino a domenica 23 aprile: tanti gli appuntamenti da segnare sul calendario e una speciale card che da diritto a un ingresso ridotto nei Musei civici.

Biblioteche, librerie e case editrici

Nasce dalla collaborazione fra Comune, Biblioteca civica, le librerie cittadine e delle due case editrici monzesi “Johan&Levi” e “Fondazione Gaiani” la rassegna «Fuori Tempo di Libri», dedicata al mondo della lettura e pensata per promuovere l’editoria.
A presentarla, ieri, l’assessore alla Cultura Francesca Dell’Aquila insieme agli altri protagonisti del progetto, che ha parlato di un importante traguardo per la città inseguendo la sfida lanciata dall’Associazione italiana editori. “Monza sarà protagonista di un evento di portata nazionale, frutto di numerose partnership – ha chiarito l’assessore – La vera novità sta nel fatto di essere riusciti a creare una rete che coinvolge non solo le istituzioni culturali pubbliche ma anche i soggetti privati”.
Fra le librerie protagoniste della kermesse letteraria la libreria “La Feltrinelli”, il “Libraccio”, “Tutti giù per terra” e “Libreria Duomo”, “Librogiocando”, “Istituti Nuovi”, ” Libreria Ancora” e “Libreria dell’arengario”.

Tutti gli appuntamenti

19 aprile

Si parte questa sera alle 18, presso la Biblioteca civica di via Padre Reginaldo Giuliani, dove l’ospite sarà Monica Marchese, curatrice del progetto “Le immagini della fantasia”, una delle più grandi manifestazioni cittadine, per parlare di libri e illustrazioni per l’infanzia.

20 aprile

Alle 18, sempre alla Biblioteca civica, lo storico dell’arte Roberto Cassanelli racconterà “Il recupero avventuroso delle opere d’arte: Monuments Men Italiani”.
Dalle 15 alle 19, alla libreria “Istituti Nuovi” di via Cavallotti, “Inviti in libreria”: sconto del 15% su libri di varia e degustazione di dolci.
Dalle 14.30 alle 19, alla “Libreria Ancora” di via Pavoni, guida alla mostra “Memorie di carta: il libro religioso degli ultimi secoli in mostra”.
Alle 18, alla libreria “Tutti giù per terra” di via G.B. Mauri,  “Baby Hour in libreria” in collaborazione con “Dolce & speziato”. In programma letture per bambini e chiacchiere per mamme.

Leggi anche:  Serena recita con Ridge

21 aprile

Alle 11,30, nell’Aula magna del Liceo artistico “Nanni Valentini” di via Boccaccio, “Teodolinda e l’emozione della luce”, un incontro con Piero Pozzi, autore della campagna fotografica della Cappella di Teodolinda, curato dall’editore “Fondazione Gaiani”.
Alle 17, alla libreria “Tutti giù per terra”, Silvia Geroldi presenterà il suo libro “Senza ricetta” edito da “Bohem Press”. E’ previsto un divertente laboratorio.
Alle 18, nella sala di lettura della Biblioteca civica, lo scrittore Walter Pozzi, della casa editrice “Paginauno”, dialogherà con i traduttori Sabrina Campolongo e Carmine Mezzacappa sull’arte e il mestiere della traduzione nella narrativa contemporanea.
Alle 18, nella sala conferenze dei Musei civici di via Teodolinda, è previsto invece l’incontro con Elena Pontiggia, autrice del volume “Arturo Martini. La vita in figure”, a cura della casa editrice “Johan&Levi”.

22 aprile

A partire dalle 10,15 “Caccia agli indizi del libro”, una caccia al tesoro organizzata dalle librerie cittadine. Il ritrovo sarà presso “La Feltrinelli” di via Italia.
Alle 16, “Libri in gioco”, letture animate e giochi per bambini dai 4 anni alla libreria “Librogiocando” di via Vittorio Emanuele.

23 aprile

Alle 10,30, a  “La Feltrinelli”, incontro con Sara Rattaro, autrice del libro “L’amore addosso” di “Sperling & Kupfer” editore.
Per tutta la durata della manifestazione sarà inoltre possibile partecipare alla “Staffetta letteraria” tra la Biblioteca civica e le librerie: una speciale card disponibile in tutte le librerie aderenti permetterà di ricevere in regalo gadget e un ingresso ridotto ai Musei civici.
Alla “Libreria Duomo” di piazza Carrobiolo, infine, l’iniziativa “Riscoprire la scrittura a mano: attrezzi, libri e strumenti per coltivare un’abilità che si sta perdendo”.