Ornella Vanoni, una delle più grandi cantanti di tutti i tempi, torna in Tour, dopo il debutto al Piccolo Teatro di Milano e arriva a Monza dove la prossima settimana si esibirà al Teatro Manzoni.

Ornella Vanoni al Teatro Manzoni

Ornella Vanoni al Teatro Manzoni di Monza con un concerto spettacolo dove ripercorrerà tutti i suoi brani più celebri. La nota cantante arriverà in città il 14 febbraio e si esibirà alle 21. “La mia storia” è un racconto, attraverso la musica, della sua carriera artistica, iniziata al Piccolo di Milano negli anni ’60 e arrivata fino ad oggi in un percorso caratterizzato da tanti grandi successi.

Con lei sul palco monzese ci saranno Roberto Cipelli (pianoforte), Bebo Ferra (chitarra), Loris Leo Lari (contrabbasso) e Piero Salvatori (violoncello).

Info e prenotazioni

I biglietti per il concerto si possono acquistare sia online tramite il sito del teatro – teatromanzonimonza.it oppure presso il Botteghino in via Manzoni nei seguenti giorni e orari:

  • tutti i martedì, giovedì, venerdì e sabato dalle ore 11 alle 13 e dalle 15 alle 18
  • tutti i mercoledì dalle ore 15 alle 19
  • nel giorno del concerto dalle 20.30 alle 21

Costo dei biglietti

Platea: € 35

Balconata: € 30

Galleria: € 25

Ornella in breve

Milanese, Ornella Vanoni si iscrive giovanissima alla scuola del Piccolo Teatro dove incontra Giorgio Stralher che diventa il suo maestro e il suo compagno. Strahler decide di inventare per lei un genere totalmente nuovo che prenderà il titolo di “canzoni della mala”, in buona parte scritte da lui con la collaborazione di Fiorenzo Carpi, Gino Negri e Dario Fo e altri. Con questo repertorio Ornella arriva al Festival dei Due Mondi di Spoleto nel 1959. L’incontro nel 1960 con Gino Paoli la avvicina alla canzone d’autore e porta a una collaborazione autore-interprete di brani memorabili.

I premi

Vince il premio S. Genesio come migliore attrice nel 1961 per L’idiota” di Achard e “La fidanzata del bersagliere” di Anton. L’anno successivo verrà chiamata da Garinei Giovannini per portare “Rugantino” anche a New York. Da questo momento ci sono solo musica, dischi, tv e festival. Vince il primo premio insieme a Modugno al Festival di Napoli con “Tu sì na cosa grande” e vince anche il secondo cantando con Nunzio Gallo la canzone “Ammore mio”.

Leggi anche:  Alla Rovagnati il premio Quality Awards

La sua casa discografica

Per qualche anno si trasferisce a Roma e fonda la sua casa discografica “Vanilla”. Mentre l’attività musicale prosegue con gli LP a tema, affiancata dal lungo sodalizio artistico e umano con Sergio Bardotti che la porta a scrivere i testi che interpreta e a collaborare – riscuotendo un enorme successo – con i New Trolls.

Le collaborazioni

Negli anni ’90 ha inizio la collaborazione con il produttore artistico Mario Lavezzi. Si susseguono successi discografici epocali e relative tournée.  Il 2008 è l’anno di importanti riconoscimenti “Premio Milano donna – le donne che hanno fatto grande Milano”, “Premio Marisa Bellisario Speciale alla Carriera” “Premio Lunezia”. L’anno si chiude con l’uscita del nuovo cd “Più di me” dove molti dei migliori
artisti italiani duettano con lei – in pochi mesi doppio disco di platino e premio WMA 2009 – e a cui segue uno spettacolare concerto a piazza del Duomo davanti a 40.000 persone.

Anche a Sanremo

LO scorso anno è tornata in  Torna, dopo il debutto a fine ottobre sul palco del Piccolo Teatro di Milano, con un nuovo spettacolo.
La Vanoni sarà in gara anche in gara al Festival di Sanremo 2018, insieme a Bungaro e Pacifico, con il brano “Imparare ad amarsi”.