QC Termemilano festeggia 10 anni con un importante restyling del giardino termale e la nuova vasca da 110 mq.

Obiettivo aziendale

Portare in città il benessere, ritagliare uno spazio nella frenesia della metropoli per offrire un’oasi di relax dove gli ospiti possano fuggire, a pochi passi dalla vita di tutti i giorni. 
Questa la sfida sapientemente vinta da QC Terme all’apertura – 10 anni fa – di QC Termemilano. 
Una realtà unica che riflette la mission del gruppo. Riproporre il concetto di terme “inventato” dagli Antichi Romani – wellness per il piacere – e racchiuderlo in un contesto da sogno. In questo caso, un edificio liberty in stile milanese nel cuore della città affiancato da un giardino termale delimitato dalle mura spagnole del 1500.

Benessere in città

Oggi QC Termemilano è la meta per chi nel capoluogo lombardo vuole concedersi una giornata o poche ore per prendersi cura della propria mente e del proprio spirito, apprezzata per la bellezza degli ampi e luminosi saloni,
e per l’armoniosa combinazione dell’elegante architettura e le moderne tecnologie, il percorso multisensoriale di proposte articolate tra saune, sale e vasche, fino al Giardino Spagnolo.
Qui si trovano due attrazioni inimitabili: il Tram del benessere, l’originale vettura ATM su binari convertita in biosauna, 
e l’Underwater Museum, lo spettacolare idromassaggio all’interno di un vero museo subacqueo le cui pareti in cristallo
permettono di ammirare il fondale storico dei resti delle mura, rinvenuti durante gli scavi e vincitore dell’Italian Pool Award nel 2016.

 

Acqua protagonista

Quest’anno, in occasione quindi  del decimo compleanno di QC Termemilano, dopo importanti lavori di restyling, il parco esterno svela il regalo di QC Terme ai suoi ospiti. Una vera celebrazione dell’elemento acqua e delle sue interpretazioni e versatilità, la nuova vasca 10 anni, una piscina riscaldata di oltre 100 mq in pietra beola che segue con i suoi contorni i profili delle Mura, ma anche la posizione delle vasche originarie nelle loro giaciture. Un’area, la più grande, dedicata ai giochi d’acqua e ai giochi di luce. Ospita inoltre un falò sospeso, fulcro di un corner di botti in legno come sedute per lasciarsi incantare dalla magia delle fiamme. La sezione più piccola, invece, sarà cornice di esperienze di cromoterapia e musicoterapia, mentre il progetto di illuminazione enfatizza il contrasto tra stili e periodi storici. L’ospite di QC Termemilano, mentre sullo sfondo brilla lo skyline urbano.

Leggi anche:  Il capolavoro di Ettore Scola arriva al Teatro Manzoni

Evento magico

Le note di White Christmas interpretate dalla calda voce di Mario Biondi sono state protagoniste  tra i boschi di abete imbiancanti da un candore artico. Un inno all’inverno, un viaggio in un mondo onirico, per sognare e assaporare le dolcezze del Natale QC Terme disegnato da Enzo Miccio. Un’abbondante nevicata ha incorniciato la location, illuminata da luci di design, mentre il profumo del panettone milanese inebriava l’aria frizzante. Nella Sala Cavalli, un piccolo villaggio delle fiabe di Natale ha ospitato l’aperitivo, quindi con tre isole gourmet di zuppe, polenta e altre leccornie natalizie. La Sala Teatro ha svelato un mondo di dolcezze, quindi accompagnate dalle canzoni di un coro Gospel e da una speciale performance di ballerine sciatrici.

Traiettorie liquide: una mostra unica

Inaugurata inoltre la mostra “Traiettorie liquide” della campionessa di sci Federica Brignone, curata da Giuseppe La Spada, che sarà esposta negli spazi di QC Termemilano per tutto il periodo delle festività, ha offerto un’occasione di riflessione sull’importanza dell’acqua per il nostro pianeta”in ognuno di noi esiste una piccola parte dell’oceano primordiale e proprio per questo siamo chiamati a preservarlo, ma non è un problema distante. E’ un problema fondamentale per la nostra sopravvivenza mentre riuscire a rendere consapevoli più persone possibili è quindi la nostra missione”.