Sarà inaugurato oggi, 8 marzo, Festa della donna, a Trezzo un percorso esperienziale racchiuso in un labirinto multimediale per comprendere in che modo si generano dinamiche che portano alla violenza di genere.

Un labirinto per comprendere le dinamiche violente

Questo il senso dell’installazione «Non è amore», che sarà inaugurata oggi, alle 9, nella giornata internazionale in cui celebrano i diritti della donna, presso lo spazio dell’ex oratorio femminile lungo viale Vittorio Veneto. E’ allestita dalla Caritas in collaborazione con la parrocchia, la onlus Svs Dad e l’associazione trezzese Mariposa, che si battono per dare voce alle donne maltrattate. Sarà resa accessibile al pubblico, alla presenza delle autorità e sarà possibile percorrerla fino a domenica prossima, 11 marzo.

Il senso dell’installazione

“Presenta percorsi da intraprendere singolarmente o in gruppo per uscire dalla violenza – ha spiegato la presidentessa di Mariposa Anna Muschitiello – Questa si combatte con la conoscenza e la consapevolezza». All’inizio verrà proiettato un video e alla fine è prevista una raccolta delle impressioni dei visitatori. I gruppi devono prenotarsi telefonando al numero 3311255395, oppure inviando una email a noviolenza.trezzo2018@gmail.com.