Giornale di Monza > Casa > Come fare un giardino di qualità, i consigli utili

GMO Casa

Casa
0 commenti.

Come fare un giardino di qualità, i consigli utili

Suggerimenti utili per un manto erboso robusto e in piena forma

Scritto da:

Come fare un giardino di qualità? Anche il prato è ormai in piena attività, tanto che passeggiando per le vie del paese, il ronzio dei robottini. Questi dispositivi, sempre più utilizzati perché garantiscono una rasatura perfetta in primavera, estate e anche autunno, sono ormai una presenza costante. Se intendete scoprire come fare un giardino di qualità tale da procurare invidia al vicino di casa, ecco alcuni utili consigli.

Costanza

Per essere certi di poter sfoggiare un prato bello, forte e calpestabile in ogni stagione ci vuole costanza. Quest’ultima è l’ingrediente fondamentale per evitare che le erbacce, con il tempo, abbiano il sopravvento sulla dolce erbetta.

Irrigazione

L’irrigazione è determinante per un prato di successo. Ma ci sono delle regole. Dare acqua a intervalli regolari ma lunghi, per esempio, permetterà ai cespi di sviluppare un apparato radicale robusto, capace di andare a cercare nutrimento in profondità durante la fase più calda dell’estate.

Rasare con regolarità

Rasare il prato con regolarità: fatelo da voi, fatelo fare al giardiniere, o compratevi il suddetto robottino. L’importante è che l’erba sia tagliata spesso. Tagliare poco ma spesso permette di non traumatizzare il manto erboso e lo aiuta a superare con maggior vigore i periodi di sofferenza estiva. Se lo si fa personalmente in questo modo è poco faticoso e aiuta a mantenersi in forma.

Le tempistiche

L’irrigazione va fatta soprattutto al mattino. Meglio evitare la sera perché in estate il ristagno d’acqua notturno può dare luogo alla propagazione di malattie. Poiché l’erba vegeta soprattutto in presenza di luce, dandole acqua al mattino la metteremo in condizione di affrontare la giornata con la giusta quantità di liquidi.

Il concime

E il concime? Due volte l’anno, deve essere naturale, di origine animale. Naturalmente non si può prescindere da un forte apporto di azoto. Odori sgradevoli? Sono solo un ricordo: oggi i concimi sono disponibili sotto forma di comodi pellet. Il periodo giusto per sparpagliarli sul prato è proprio l’inizio della primavera. L’operazione è poi da ripetere a fine estate.

Leggi anche:  Stufe a legna ad agosto, i consigli di Proserpio Design

I buchi

Avete mai utilizzato le calzature arieggia prato? Sono comodissime: dotate di lunghi chiodi sotto la suola ci permettono di fare dei buchi nel terreno attraverso il quale l’aria, e quindi l’ossigeno, penetreranno più facilmente. Attenzione, non lasciatevi prendere dalla tentazione di prendere a calci gli ospiti sgraditi…

A settembre

Molto utile la trasemina settembrina. Si prenda un secchio di terriccio per prato nel quale siano state mescolate sementi per prato e si cosparga il tutto in modo uniforme sia sul prato sano, sia sulle eventuali chiazze di terreno in cui l’erba è morta. E’ bene poi camminarci sopra per dargli una bella compattata. Aspettiamo qualche giorno e godiamoci lo spettacolo dei piccoli germogli che cominciano a crescere: in primavera le piantine saranno in piena forma.

Rasare all’asciutto

Abbiamo detto del taglio frequente del prato. Vero. Ricordare però che la rasatura deve essere effettuata solo con erba perfettamente asciutta è fondamentale per evitare di soffocare le radici con lo strato di erba zuppa che inevitabilmente si formerebbe sul terreno.

L’importanza dell’acqua, ecco come fare un giardino di qualità

Che noia dare l’acqua al prato. Se non volete perdere tempo fatevi installare un impianto d’irrigazione automatico!

L’articolo Come fare un giardino di qualità, i consigli utili proviene da Casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente