Giornale di Monza > Cronaca > Precipita con l’ultraleggero: 17enne muore insieme all’istruttore, giocava nella Vis Nova di Giussano
Cronaca -

Precipita con l’ultraleggero: 17enne muore insieme all’istruttore, giocava nella Vis Nova di Giussano

Tragedia nei cieli di Dovera, in provincia di Cremona

Precipita con l’ultraleggero e muore insieme all’istruttore. Tragedia oggi pomeriggio, venerdì, nei cieli di Dovera, in provincia di Cremona. Vittima Nicola Beretta, 17enne lecchese (ma giocatore della Vis Nova di Giussano) che era a bordo di un piccolo aereo appena partito dal campo della scuola di volo Jfk, in località Barbuzzera, a nord del piccolo centro del Cremasco.

Ancora da chiarire con precisione le cause dell’incidente, che è costato la vita anche all’istruttore di volo che c’era con lui, Rodolfo Frigerio, 27 anni, figlio del titolare e fondatore della storica scuola, nata nel 1985.

Nicola era arrivato nel Cremasco insieme al suo migliore amico Gabriele Lovati, anche lui lecchese e grande appassionato di ultraleggeri.

Pochi minuti dopo il decollo, però, qualcosa è andato storto. Da terra alcuni testimoni hanno cominciato a vedere del fumo uscire dalla cabina di pilotaggio.

Il velivolo si è schiantato verticalmente nel cortile di una cascina a poche centinaia di metri dalla pista di decollo.

Leggi anche:  Monza morbillo: l'ultima bufala sul bimbo morto in ospedale

Immediato l’allarme, ma è stato subito chiaro che per il 17enne e il 27enne non c’era nulla da fare.

I carabinieri indagano ora per capire cosa sia successo.

Sul posto anche i genitori di Nicola, che avevano accompagnato i ragazzi nel Cremasco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente