Giornale di Monza > Cronaca > Ritrovata auto rubata con la targa contraffatta… su misura
Cronaca Desio -

Ritrovata auto rubata con la targa contraffatta… su misura

La vettura era stata rubata a Milano qualche giorno fa

Ha rubato due targhe diverse e con un sapiente lavoro di collage ne ha creato una terza. Grazie alla segnalazione di alcuni residenti, la Polizia locale ha rinvenuto un’auto appena rubata a Milano. Era stata parcheggiata in via Venezia, con la targa contraffatta.

Una vettura sospetta nella via

La segnalazione alla Polizia locale di Nova Milanese è arrivata da alcuni cittadini di via Venezia. Lungo la strada sostava da alcuni giorni una fiammante Renault Clio RS, mai vista prima in zona. Un’auto non particolarmente vistosa, ma decisamente nuova e in una versione sportiva alquanto costosa. La Polizia ha effettuato un controllo della targa, che però è risultata pulita, di proprietà di un signore residente nella bergamasca.

Targa contraffatta in modo ineccepibile

Guardando bene la vettura, però, gli agenti si sono resi conto che qualcosa non quadrava. Una quasi impercettibile saldatura su entrambe le targhe si è rivelata per quello che era realmente: la targa era stata contraffatta. Il ladro – o chi per lui – aveva rubato due diverse targhe e tagliandole in due le aveva poi ricomposte creando un terzo codice alfanumerico. Un codice che, casualmente, risultava reale e pulito, appartenente a una ignara persona residente in provincia di Bergamo.

Leggi anche:  Provino al Barcellona per un 14enne di Nova Milanese

Sarebbe sfuggita al controllo targhe

In questo modo la targa sarebbe risultata sempre pulita a tutti i controlli visivi dei vari varchi elettronici posti in diverse città. L’auto, invece, è risultata rubata a Milano il 14 aprile. Il legale titolare della targa è stato invitato a presentare querela contro ignoti, nel dubbio che l’auto con la targa contraffatta sia stata usata in qualche azione illecita. La vettura è stata ricosegnata al legittimo proprietario. Ulteriori approfondimenti saranno condotti sugli spezzoni di targa sequestrati.

Fabio Brioschi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente