Giornale di Monza > Cucina > Che cosa è un finger food? Il cibo con le dita

GMO Cucina

Cucina
0 commenti.

Che cosa è un finger food? Il cibo con le dita

Un'esperienza divertente per fare dell'happy hour un momento originale, nonché una moda sempre più diffusa

Scritto da:

Che cosa è un finger food? Si sta diffondendo a macchia d’olio tanto da essere ormai considerato moda. Letteralmente significa «cibo con le dita». Fa comodo un po’ a tutti. Per gli avventori è qualcosa di nuovo, un’esperienza divertente per fare dell’happy-hour un momento non solo di relax con gli amici, ma anche di svago originale. Per i ristoratori un modo per mettere alla prova la propria fantasia. Ecco dunque che per poter mangiare il cibo con le mani, infatti, occorre preparare stuzzicherie e piatti già divisi in bocconi che possano essere inghiottiti tutti o quasi in una volta.

Che cosa è un finger food

Dall’Happy Hour al ristorante il passo è breve. Così, in alcuni casi, gli amanti dello slow food, che amano gustare i pasti seduti e a ritmi rilassati, si dovranno adeguare all’innovazione del cibo con le dita, come accadeva al proverbiale pollo della regina Margherita. Il finger food, insomma, sta modificando le abitudini alimentari. Si comincia, naturalmente con tartine e stuzzichini che si mangiano con le mani senza troppe distinzioni. Oddio, non è che sia troppo una novità, da sempre al bar gli stuzzichini si prendono con le mani, al limite con uno stuzzicadenti…

Dove è nato il mito

Secondo la nuova tendenza tutto viene messo in un piatto centrale da dove ognuno assaggia saltando da un’oliva a uno spiedino di carne, una sorta di appetitoso zapping tra un gusto e un altro. Il finger food è nato a Londra, dove, dato l’inglese, siamo quasi certi che sia nato anche il nome; ha presto attraversato la Manica compiendo quei trecento chilometri che lo separavano da Parigi. Da Parigi a Berlino invece ci è arrivato grazie agli studenti. Così, si è passati dai salotti chic della capitale francese ai pub più giovanili della metropoli tedesca.

Leggi anche:  Aperitivo fra idee, stuzzichini e ricette veloci

In Italia è “sbrichenfu”

E l’Italia? Ma naturalmente non si resta indietro. Una volta era considerato poco educato nutrirsi portando il cibo alla bocca direttamente con le mani. Oggi diventa non solo lecito, ma anche un po’ snob. I locali che hanno cominciato a proporre il finger food si sono presto moltiplicati riscuotendo fin dall’inizio grande successo. Banditi forchette e coltelli, non manca un’interpretazione fantasiosa della nuova tendenza che, in un divertente dialetto pronunciato all’inglese è diventata “sbrichenfu”, cioè lo sbocconcellare tutto e niente. Senza posate, senza tovaglia e senza rituali.

L’articolo Che cosa è un finger food? Il cibo con le dita proviene da Cucina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente