Giornale di Monza > Economia e scuola > Nuova Panem: il M5s vuole tutele per i lavoratori di Muggiò
Economia e scuola, Politica Monza -

Nuova Panem: il M5s vuole tutele per i lavoratori di Muggiò

Il deputato brianzolo Tripiedi vuole risposte dal Ministero sulla situazione

“Da troppo tempo i dipendenti della Nuova Panem sono in una situazione di totale incertezza riguardo il loro futuro lavorativo. Per questo abbiamo interrogato il Ministro dello Sviluppo Economico per avere chiarimenti.” A dirlo il deputato brianzolo del M5S, Davide Tripiedi, preoccupato dalla situazione che vede coinvolti circa 500 dipendenti del settore della produzione della storica azienda nata in Umbria con sede principale a Muggiò.

Tagli al personale e sacrifici

“Con il passaggio del gruppo alla Alimenti Italiani della famiglia Greco lo scorso dicembre, pareva si fossero risolti tutti i problemi. E invece è rimasto tutto come prima se non peggio”, puntualizza Tripiedi.
La nuova proprietà, per risanare il debito di 120 milioni di euro ereditato dalla passata amministrazione straordinaria ha chiesto sacrifici ai lavoratori e tagli al personale. “Condizioni inaccettabili – tuona Tripiedi –. La famiglia Greco ha dimostrato sicuramente poca serietà nell’operazione di acquisizione. Era a conoscenza del bilancio economico negativo del gruppo”.

Su Giornale di Monza, di martedì 25 aprile, tutti gli approfondimenti in merito alla questione.

Leggi anche:  Seregno: quaranta studenti premiati dai Maestri del lavoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente