Giornale di Monza > Salute > Come curare i capelli quando arriva la primavera, i consigli

GMO Salute

Salute
0 commenti.

Come curare i capelli quando arriva la primavera, i consigli

Suggerimenti utili su come curare i capelli durante il cambio di stagione che porta alla primavera: ortica, achillea, bardana e limone pensano alla chioma

Scritto da: Redazione

Segnatevi questi nomi per capire come curare i capelli: ortica, achillea, bardana e limone. Vi faranno bene quando le condizioni meteorologiche si trasformano in una minaccia per la bellezza della chioma. Sfibrati dal cambio di stagione, in questo momento dell’anno i capelli hanno bisogno di rinnovarsi e ritrovare energia. Saranno proprio questi due principi ad aiutarli nella loro ricerca di benessere ed equilibrio. La prima lozione miracolosa per la bellezza dei capelli si prepara con 30 grammi di ortica e 30 di achillea.

Come curare i capelli

Poniamo l’ortica e l’achillea millefoglie in tre quarti di litro di acqua bollente, dopo di che lasciamo in infusione per dieci minuti. Filtriamo e versiamo in una bacinella. Bagniamo i capelli puliti con la lozione e spazzoliamoli con una spazzola di setola (non di plastica, ferro o nylon), per cinque minuti. È un trattamento di bellezza per avere capelli più forti e sani da fare mattina a sera due volte alla settimana. Dai semi della bardana si ricava invece un olio preziosissimo per togliere il crespo. L’effetto dal suo utilizzo è il recupero della lucentezza e della morbidezza, che scompaiono quando i capelli diventano crespi e opachi a causa del clima troppo umido.

L’olio di bardana

L’olio si usa per ungere i capelli su tutta la loro lunghezza. Non esagerate, per ottenere un buon effetto bastano due cucchiaini di olio di bardana (reperibile già pronto in erboristeria). Un massaggio abbastanza energico e dieci minuti d’impacco prima di risciacquare abbondantemente con acqua tiepida si riveleranno ottima soluzione per il benessere e l’equilibrio della chioma. Laviamo i capelli con poco shampoo neutro e delicato, per rimuovere eventuali tracce di unto. Come lucidante e ammorbidente, se i capelli non sono particolarmente “provati”, l’olio di bardana può essere aggiunto alla dose di un cucchiaino al solito shampoo.

Leggi anche:  Abbronzatura a tutti i costi? Meglio fare attenzione

Utilizzare il limone

E il limone? Con esso si ottiene l’effetto di alleggerire i capelli. Ne basta un goccio. Il succo e la buccia di questo agrume ridonano leggerezza e lucentezza alla chioma provata dalle malattie da raffreddamento, dalle terapie antibiotiche o da uno stato di convalescenza. Spremiamo un limone e versiamo il succo in una piccola bacinella. Facciamo bollire la buccia in due tazze d’acqua. Una volta raffreddato il composto, coliamolo e versiamolo nella bacinella. Mescoliamo il succo all’acqua profumata e utilizziamola per l’ultimo risciacquo, tutte le volte che ci laviamo i capelli. Il succo di limone puro, opportunamente filtrato, ha anche notevole effetto schiarente.

L’articolo Come curare i capelli quando arriva la primavera, i consigli proviene da Salute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente