Elezioni regionali, Anna Mancuso chiede l’aiuto da casa.

L’aiuto da casa

Come nel celebre quiz di Gerry Scotti, l’ex senatore, presidente di “Salute Donna” e anima della lista civica “Monza Futura” ha chiesto un consiglio a casa ad amici, conoscenti ed elettori: “Mi date una mano a prendere una decisione? Non so cosa fare, che faccio?”.

Dubbio notturno

Alla sua cerchia di amici veri e virtuali Mancuso ha raccontato di aver passato una notte insonne. “Prendere una decisione non è facile quando si vive la politica come la vivo io”, ha raccontato. A turbare il sonno della politica originaria di Zagarise, da sempre attenta ai problemi della sanità, delle donne e del sociale, la possibilità di una candidatura al Pirellone per le elezioni regionali del 4 marzo.

Prima un “no”, ma ora…

Anna Mancuso ha raccontato di aver rifiutato la proposta nella lista civica a sostegno del candidato presidente del Centrodestra, Attilio Fontana. “Ora, sempre un partito di Centrodestra mi sta chiedendo di correre nella loro lista. E’ un passo importante e sono turbata. Amo la politica perché attraverso essa si possono dare risposte al dolore, alla sofferenza, ai disagi. Ma non so cosa fare”. Al quesito hanno risposto in tanti invitando Anna Mancuso ad affrontare questa ennesima sfida.

Leggi anche:  Elezioni comunali 2018 | Il candidato sindaco Federico Ferrario presenta la sua squadra

La decisione definitiva e la stoccata ai partiti

Alla fine, dopo una lunga riflessione, la decisione: “Poter scegliere di fare o non fare, non lasciarmi condizionare dal signor potere e dal signor denaro, esporre le mie condizioni quando mi chiedono un impegno e se queste non vengono recepite, tener fede a quelle condizioni. Questo è il motivo per cui non mi candido. Dentro ai partiti rogne, disaccordi, falsità, arroganza, cattiveria e corse verso il potere. Non fa per me, io sono abituata a frequentare ambienti dove l’amicizia è ancora un valore, dove la solidarietà rafforza il gruppo, dove la sofferenza aiuta a crescere e capire il vero senso della vita”, ha spiegato Mancuso.