Su il sipario sulla nuova casa di riposo che l’immobiliare “Borgo Lecco”, vorrebbe costruire su un terreno di sua proprietà davanti al palazzetto dello sport PalaUnimec.

Il progetto, con i primi rendering di come potrebbe essere il nuovo fabbricato di via Edison, è stato presentato ieri sera dall’Amministrazione comunale durante l’assemblea pubblica organizzata dal comitato Arcore Nord nella sala civica di Sant’Apollinare.

L’introduzione alla serata dell’assessore Mollica Bisci

 

Una rsa da 120 posti letto

Ad illustrare l’ultima bozza di progetto, protocollata in Municipio ad inizio giugno di quest’anno, è stato l’assessore Roberto Mollica Bisci.

“Ci tengo a sottolineare che i disegni che proiettiamo questa sera sono puramente indicativi e fanno riferimento al progetto presentato a giugno dal privato. Progetto che ci serviva come base di partenza per poter sviluppare una trattativa con il privato – ha sottolineato Mollica Bisci – Ovviamente, come Giunta, abbiamo rilevato delle criticità che devono essere migliorate e proprio domani mezzogiorno (oggi, venerdì) è in programma un nuovo incontro con il privato in Municipio”.

La struttura, ad oggi, sarebbe di tre piani e si svilupperebbe su una superficie di poco inferiore ai 2mila metri quadrati, proprio davanti al palaUnimec che, così, verrebbe circondato da un fabbricato fatto a T. L’altezza della struttura, secondo le direttive impartite dalla Giunta, non potrà superare l’altezza del palazzetto dello sport.

Ecco i rendering del progetto rsa

Nelle immagini qui sotto si vede bene come la nuova struttura, che insiste sul terreno che si trova davanti al Palaunimec, tra via Edison e via Sant’Apollinare, andrebbe ad “abbracciare” il palazzetto dello sport.

Comitato e cittadini contrari alla casa di riposo

Durante l’assemblea pubblica non sono mancate le polemiche. Oltre ai membri del Comitato di quartiere “Arcore Nord” (formato da Pierluigi Perego, Michele Calloni, Davide Pennati, Nicolò Malacrida e Simona Carcano) che hanno espresso la loro perplessità non tanto per il progetto, ma, soprattutto, per l’ubicazione della struttura, anche i residenti non hanno accolto di buon grado la nuova rsa

Leggi anche:  Forza Italia raccoglie le firme contro la chiusura del passaggio a livello

Diversi i problemi messi sul tavolo della discussione: dalla mancanza di parcheggi a problemi viabilistici di tutta la zona che, ricordiamo, in poco meno di duecento metri vede la presenza di un palazzetto dello sport e di due scuole.

I residenti chiedono alla Giunta di centrosinistra guidata da Rosalba Colombo di tornare alla carica con il privato per spingere la trattativa verso una permuta di terreni che darebbe la possibilità a “Borgo Lecco” di costruire in via Lombardia.

L’intervento di alcuni residenti della zona durante l’assemblea

Duro l’affondo dell’ex assessore Attilio Cazzaniga

L’incontro pubblico di ieri sera ha visto la massiccia presenza di esponenti del centrodestra arcorese. L’unico che ha preso la parola durante il dibattito è stato Attilio Cazzaniga, ex assessore ai Servizi sociali della Giunta Rocchini. Cazzaniga ha riconosciuto la necessità, per la città, che venga costruita la rsa. Anche se non si è sottratto ad un duro attacco all’indirizzo della Giunta, soprattutto in riferimento al bando per la costruzione della casa di riposo che la Giunta aveva predisposto per il terreno di via Lombardia e che poi è andato deserto.

Ecco il video con l’intervento integrale di Cazzaniga.

SUL GIORNALE DI VIMERCATE IN EDICOLA DA MARTEDI’ PROSSIMO UN AMPIO SERVIZIO SUL PROGETTO RSA