Anche la politica locale corre in aiuto del «Fondo Arcore Solidale».

Come avviene già da qualche anno, anche per il 2017 assessori (Valentina Del Campo, Fausto Perego, Davide Salvioni, Roberto Mollica Bisci e Paola Palma) e presidente del Consiglio comunale (Simone Sgura) hanno deciso di donare parte del loro emolumento per i più bisognosi della città.

Soldi che vanno ad aggiungersi al taglio di parte dell’emolumento del sindaco Rosalba Colombo che viene anch’esso destinato al fondo Arcore Solidale.

Una decurtazione del 10%

Si tratta di un taglio del 10% che ha fruttato un gruzzoletto di poco superiore alle 7mila euro e che verrà affidato al Fondo Arcore Solidale, come si legge nella determina di Giunta pubblicata sull’Albo Pretorio.

Questi soldi vanno ad aggiungersi alle donazioni di privati e associazioni che nel corso degli anni hanno incrementato sempre più il fondo, che ha ormai superato le 180mila euro di donazioni.

Obiettivo 200mila euro per il Fondo solidale

«A partire dal dicembre del 2011 fino al 31 dicembre del 2017 Comune e Comunità pastorale Sant’Apollinare hanno raccolto 187mila euro di contributi grazie al cuore grande degli arcoresi – ha commentato soddisfatto Saini – Invece fa riflettere come le persone italiane aiutate siano in numero maggiore rispetto agli stranieri. Ad oggi abbiamo erogato 167mila euro e abbiamo una disponibilità di casa di circa 20mila euro. Questi dati ci confermano che la crisi ha colpito duramente anche le famiglie arcoresi. Un ringraziamento a tutti coloro che hanno donato con gioia in questi anni. L’auspicio sarebbe davvero quello di arrivare a quota 200mila euro».