Cannabis curativa, De Corato annuncia l’ostruzionismo in Consiglio regionale.

Cannabis curativa: una nuova legge

Ieri vi abbiamo raccontato della storia di una bimba di 8 anni di Giussano che sta combattendo una rara malattia grazie alla cannabis curativa. Un tema davvero di stretta attualità, anche perché il Consiglio regionale lombardo discuterà entro Natale o a inizio 2018 due proposte di legge d’iniziativa popolare su cannabis terapeutica (e fine vita). Ma proprio a proposito di questa possibile svolta, l’ex vicesindaco di Milano Riccardo De Corato ha già promesso ostruzionismo duro, qualora il tema dovesse approdare in aula.

De Corato tuona

“Mentre un secondo bambino è finito in ospedale con tracce di Thc nel sangue, in Regione la legge sull’uso terapeutico della cannabis potrebbe approvare in aula il 21 dicembre. Per noi è l’anticamera alla legalizzazione e siamo disposti anche all’ostruzionismo per fermarla”.

E rincara

“Dopo il piccolo di pochi mesi finito in ospedale ieri per aver ingerito hashish, un bambino di 7 è stato ricoverato al San Paolo in uno stato di «forte e continuata agitazione psico-motoria, con episodi di aggressività contro la madre e il personale sanitario». La madre dice che è colpa di uno sciroppo ma non ci sono riscontri di medicinali simili a casa della famiglia. L’ipotesi su cui gli investigatori lavorano è piuttosto un’altra: che la cannabis si trovasse nell’appartamento e che il bambino l’abbia assunta, per caso o forse su invito, perché «si calmasse». Questo è successo quando ancora le droghe leggere non sono legalizzate, figuriamoci cosa potrebbe succedere con la liberalizzazione”.