Manca meno di un mese alle elezioni provinciali a Monza e Brianza e Riccardo Borgonovo, sindaco di Concorezzo in quota Forza Italia, ha ufficializzato la sua candidatura.

L’azzurro, sui cui potrebbero convergere anche i voti della Lega Nord, dovrà contendersi la partita con l’attuale vicepresidenteRoberto Invernizzi (Centrosinistra).

Roberto Invernizzi, vicepresidente e candidato del Centrosinistra

 

L’attuale vicepresidente è subentrato, pro tempore, a Gigi Ponti dopo il termine del suo mandato di sindaco di Cesano Maderno.

Elezioni provinciali: si vota il 24 settembre

I sindaci e i consiglieri dei 55 Comuni saranno chiamati alle urne il prossimo 24 settembre, nel Palazzo della Provincia di via Grigna.

I rappresentanti delle Amministrazioni comunali avranno il compito di eleggere il nuovo presidente e il nuovo Consiglio provinciale.

La Lega: “Sono elezioni truffa”

La Lega Nord, per voce del segretario provinciale lumbard Emanuele Pellegrini, ha fatto sapere che non presenterà alcun candidato alla carica di presidente.

Abbiamo questioni ben più importanti da seguire piuttosto che perdere il nostro tempo con elezioni truffa, di cui si sa già l’esito perché potranno votare solo i consiglieri comunali e i sindaci del territorio”.

La Lega Nord infatti è sempre stata molto critica rispetto alla nuova normativa che disciplina le Province.

Renzi e il Pd hanno raccontato ai cittadini di aver cancellato le province, ma in realtà le hanno solo trasformate in istituzioni fredde, senza soldi e con presidenti non votati dai cittadini; non vogliamo legittimare un sistema che ha portato a una forte diminuzione di servizi per tutti i cittadini della Brianza”.

Elezioni provinciali: come funziona?

Dopo l’entrata in vigore della “Legge Delrio”, che ha riorganizzato le autonomie locali, sia il Consiglio che il presidente non saranno più eletti direttamente.

Leggi anche:  Sprechi a Natale DIECI REGOLE PER EVITARLI

Tutte le più alte cariche (la Giunta e gli assessori non sono più previsti), infatti, non saranno elette dai cittadini, ma dai rappresentanti dei 55 Comuni dell’area di Monza e Brianza.

di Omar Porro