Maroni Fontana: questa mattina l’avvicendamento alla guida di Regione Lombardia fra il governatore uscente e il nuovo presidente.

Maroni Fontana oggi

Il passaggio di consegne per la presidenza di Regione Lombardia tra l’ex governatore Roberto Maroni e il nuovo presidente Attilio Fontana si è tenuto questa mattina nella Sala Biagi di Palazzo Lombardia.

Le prime parole del neo presidente

“Maroni un amico ultra quarantennale: mi lascia una situazione facile perché le cose funzionano già, mentre non mi lascia tempo: devo iniziare subito a lavorare! La Giunta è praticamente quasi fatta. Speriamo che si realizzi l’autonomia, al contempo una riforma e un sogno per molti di noi”.

LE INDISCREZIONI SULLA NUOVA GIUNTA REGIONALE DELLA LOMBARDIA:

Il comasco Alessandro Fermi presidente del Consiglio regionale della Lombardia

Regione Lombardia: i bresciani Rolfi e Mattinzoli salgono, Parolini in forse e Beccalossi precipita

Il brianzolo Fabrizio Sala riconfermato nella nuova Giunta regionale della Lombardia

Massimo Sertori dalla Valtellina entra nella nuova Giunta regionale come assessore alla Montagna

Il saluto del governatore uscente

“Consegno a Fontana il dossier con tutto quanto fatto in questi cinque anni: qui ci sono tutte le partite aperte, qualcosa di utile, qualcosa che può servire: la partita più importante è quella sulla autonomia. Mi auguro arrivi rapidamente un Governo a Roma col quale completare l’accordo”

Ringraziamenti e anche un plauso al Fontana “milanista”:

Maroni coi giornalisti

“Altra priorità, concludere la riforma della sanità. Gli darò una mano, se lo vorrà sono qui”

Protesta dei giornalisti della PA

A margine del passaggio di consegne, anche un sit-in dei giornalisti della Pubblica Amministrazione nella “arena” coperta di Palazzo Lombardia. Tema caldo, il rinnovo del contratto di lavoro. Poi la delegazione è stata ricevuta dal nuovo governatore.

Protesta dei giornalisti della PA

Il punto è che la Regione sta, infatti, prendendo tempo perché c’è nuovo contratto nazionale dei giornalisti della PA, ma è contestato dal sindacato Fnsi perché ridurrebbe sensibilimente i minimi salariali.

Leggi anche:  Elezioni Brugherio Il "polo civico" ha scelto il candidato sindaco

Protesta dei giornalisti della PA

L’attenzione del neo presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, al ruolo dei giornalisti del settore pubblico e ai destini dell’agenzia di stampa regionale Lombardia Notizie è il giusto atteggiamento di chi vuole affrontare costruttivamente le situazioni. È il giudizio del sindacato dei giornalisti lombardi dopo l’incontro tra il neo presidente della Regione Lombardia, Fontana, e il presidente dell’Associazione Lombarda dei Giornalisti, Paolo Perucchini.

“Il presidente Fontana si è dimostrato attento alle nostre sollecitazioni sulla necessità di uno specifico contratto professionale per i giornalisti del settore pubblico – spiega il presidente dell’Alg -. Abbiamo chiesto al nuovo governatore della Lombardia di aiutare il sindacato dei giornalisti nei rapporti con il mondo delle amministrazioni pubbliche, sollecitando la disponibilità dell’Aran a sedersi al tavolo con la Federazione Nazionale della Stampa Italiana, per definire un contratto di lavoro giornalistico completo e tutelante per i professionisti dell’informazione che lavorano in tutti i settori pubblici”.

Anche sui destini dell’agenzia di stampa Lombardia Notizie, il presidente Fontana ha assicurato la sua massima attenzione.

“Ringraziamo il governatore di essersi preso carico, già dal momento del suo insediamento, del problema del futuro operativo di Lombardia Notizie: l’inerzia delle direzioni amministrative regionali, registrata nelle scorse settimane, non solo rischia di provocare un black-out temporaneo dell’informazione regionale, ma mette anche a rischio il futuro stesso dell’agenzia. Oggi infatti sono scaduti i contratti a termine dei giornalisti che da anni lavorano da precari a Lombardia Notizie e la Regione non si è ancora decisa a chiamare nemmeno i vincitori del bando di selezione pubblica” ha concluso Perucchini. “Confidiamo nel suo impegno per risolvere ripristinare nel più breve tempo possibile la piena operatività dell’agenzia stampa e della sua funzione di servizio pubblico”.

Sui temi dell’informazione prodotta negli enti pubblici e sulle specifiche prospettive contrattuali, l’Associazione Lombarda dei Giornalisti nelle prossime settimane organizzerà un’assemblea dei giornalisti del settore pubblico, per confrontarsi su situazione e prospettive occupazionali negli enti del territorio.