Inizio anno col botto per il Pd a Monza. Antonio Marrazzo, ex assessore alle Opere pubbliche, si è dimesso dal Consiglio comunale.

Il fatto

Recordman di preferenze anche alle passate elezioni (586 voti) dove il Centrosinistra era stato sconfitto, Marrazzo si era comunque seduto in Aula in questi mesi tra i banchi dell’opposizione. Le voci di un suo addio (e anche dell’ex assessore ai Servizi sociali, Cherubina Bertola) si erano fatte in queste ore sempre più insistenti. E così è stato. L’ex assessore ha protocollato le sue dimissioni ieri nel tardo pomeriggio.

Il futuro

Sembra però da escludere che la sua rinuncia sia legata a una candidatura alle Regionali o alle Politiche. Il condizionale è però d’obbligo dal momento che proprio in questi giorni un autorevole rappresentante del Pd ha candidamente confidato: “Con le candidature siamo in alto mare”.

Chi entra

Al posto di Marrazzo, entrerà in Consiglio Francesca Pontani. Architetto, ora docente, 54 anni, Pontani era la prima dei non eletti e lo scorso mese ha fondato il comitato cittadino “Le donne di Monza per Gori” a sostegno della candidatura in Regione dell’attuale sindaco di Bergamo. “Sono molto contenta e piena di energia per cominciare questa nuova avventura. Vorrei ringraziare il Partito democratico di Monza, le persone che hanno fatto campagna elettorale per me e tutte le persone che mi hanno votato. Il mio primo impegno sarà quello di portare la voce delle donne in Aula e lavorare in armonia coi miei compagni di partito, con la Giunta e col resto del Consiglio”, ha commentato Pontani.