Si scaldano i motori in vista dell’election day del prossimo 4 marzo. La Brianza, ma soprattutto i politici nostrani, sono al lavoro per spuntarla e per portare a casa un seggio al Pirellone o al Parlamento di Roma.

Election day: si vota il 4 marzo

Domenica 4 marzo i cittadini lombardi saranno chiamati a rinnovare i componenti del Consiglio regionale della Lombardia e all’elezione del nuovo presidente.

Nello stesso giorno, in tutta Italia, si voterà anche per l’elezione dei membri della Camera dei deputati e del Senato.

Lombardia: per il “post Maroni” c’è Attilio Fontana

Dopo la decisione (già ipotizzata dal nostro Giornale lo scorso febbraio) del governatore uscente Roberto Maroni di non ricandidarsi alla guida della Regione, tra le fila del Carroccio hanno iniziato a volare gli stracci.

Sarà l’ex sindaco di Varese Attilio Fontana a ricevere lo scettro di Maroni.

Dopo l'”ok” degli alleati (e il placet di Silvio Berlusconi) sarà lui il candidato del Centrodestra che sfiderà Giorgio Gori (Centrosinistra) e Dario Violi (Movimento 5 Stelle).

Leggi anche:  Elezioni a Seveso | Sfida tra i candidati al Faccia a Faccia del Giornale VIDEO

Brianza: tra riconferme e volti nuovi

Se nella Lega (ex Nord) è giunto il tempo della resa dei conti, negli altri schieramenti le segreterie provinciali sono al lavoro, non senza problemi, per la presentazione delle liste e dei candidati per Milano e Roma.

Molte, sicuramente, saranno le riconferme; ma la vera novità saranno i volti nuovi che si stanno facendo largo tra i “veterani” della politica. Uno su tutti quello di Andrea Crippa, stretto collaboratore di Matteo Salvini.

A Monza, invece, sarà battaglia tra due ex sindaci. In corsa per un posto al Pirellone ci saranno sia Roberto Scanagatti (Partito democratico) che Marco Mariani (Lega).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I restroscena sul Giornale di Monza in edicola da martedì 16 gennaio