Il referente di Seregno, Daniele Portelli,  lascia Forza Nuova.

Dimissioni per motivi personali ma non solo…

Il segretario lascia Forza Nuova Seregno. Daniele Portelli, in un comunicato diffuso ai giornali e ai social network, ha motivato le sue dimissioni per esigenze famigliari, di recente è diventato papà, e professionali. Tra le righe del comunicato, però, sembrano esserci altre motivazioni alla base del passo indietro: «Remare da solo e in prima persona l’ho già fatto in passato per molti anni , adesso non mi sento nella condizione di fare il condottiero. Non sarà mai un addio anche perché la passione politica me la porto dietro da ben quindici anni e non riuscirei a starne lontano».

Nei giorni scorsi il discusso striscione anti-gay

Le dimissioni di Daniele Portelli coincidono con l’iniziativa dello striscione contro i matrimoni gay affisso sulla cancellata del parco pubblico di via Umberto I. «Non mi sento lontano da quella tematica, ma ritengo che adesso a Seregno occorra concentrarsi su iniziative più legate ai tanti bisogni della città. Questo ho fatto come coordinatore, ricordo in particolare i presidi per avere più sicurezza alla stazione ferroviaria (nella foto), ma mi sono accorto di essere troppo solo”.

Leggi anche:  Elezioni Seregno | Ha votato il candidato sindaco Ilaria Cerqua

“Il gruppo di Monza è più interessato ai temi generali”

L’ormai ex referente forzanovista di Seregno aggiunge che “il gruppo provinciale di Monza, in cui operavo, è interessato ad azioni di politica più generale. Per questo ho deciso di passare la mano», ma non intende lasciare la politica:  «Sono di Destra, sto dialogando con persone che politicamente si collocano nella mia stessa area politica e che siano impegnati concretamente per Seregno. In particolare sui temi sociali e della sicurezza. Vediamo se ci saranno spazi per un nuovo impegno».