Vaccini obbligatori: Matteo Salvini cinguetta per l’abolizione, l’azzurro Romani: “Non penso proprio…”.

Vaccini obbligatori: il tweet di Salvini

#Salvini: cancelleremo norme Lorenzin. Vaccini sí, obbligo no.

Così il leader della Lega Nord in inedita veste “No Vax”. La promessa del leader del Carroccio dovrebbe concretizzarsi naturalmente solo in caso di vittoria alle prossime Politiche della coalizione di centrodestra, determinato ad abolire anche altri capisaldi dei Governi di centrosinistra, Jobs Act in primis.

tweetsalvini vaccini obbligatori 2

Nel centrodestra non c’è identità di vedute

“Non penso proprio sia possibile inserire l’abolizione dell’obbligo vaccinale nel programma del centrodestra come chiede Salvini”, replica però a stretto giro il presidente dei senatori di Forza Italia, Paolo Romani, anche perché il suo gruppo aveva votato a favore del decreto Lorenzin.

Lorenzin: “Salvini mette a rischio i nostri figli”

E prevedibile la reazione del ministro della Salute Beatrice Lorenzin che ha firmato l’introduzione dell’obbligo:

“L’Italia va vaccinata dagli incompetenti. La Lega gioca per qualche voto in più sulla salute dei nostri figli”.

vaccini obbligatori

Un tema dibattutissimo in tutta la Regione

Negli scorsi mesi, a livello locale, l’obbligatorietà vaccinale è stato un tema dibattutissimo su svariati livelli anche nella nostra regione. In Brianza, ad esempio, non sono mancati momenti ad alta tensione:

Vaccini, vandalizzata auto della mamma no vax

Leggi anche:  Elezioni comunali 2018 | Chiude la campagna elettorale: Veggian al BirraGaia, Paoletti al Bardo

Mentre a Lecco la morte di un bimbo di 18 mesi era stata accompagnata da una nuvola di sospetti di proporzioni regionali:

Bambino morto al Manzoni: «Diteci se è colpa dei vaccini»

Molti genitori hanno deciso di ritirare i propri figli da scuola, come accaduto nel Comasco:

Decreto vaccini: a Colverde mamma ritira il figlio dalla scuola materna

E nulla da fare: chi è contrario lo rimane, nonostante le iniziative di sensibilizzazione messe in campo, come questa di una farmacia nel Milanese:

No vax contro la vetrina pro vaccini della farmacia

E sono ancora molti a non aver ancora presentato la documentazione, come in Martesana e Valtellina:

Obbligo vaccini sono 1.300 gli studenti scoperti

Vaccini in Valtellina, 607 alunni non hanno presentato la documentazione

Mentre fra Bergamasca e Cremasco ci si attrezza anche per stanare documentazioni “finte”:

Vaccini a scuola: «Staneremo le autocertificazioni tarocche»

Infine ci si è messa anche la Slovenia ad invitare i genitori a non portare i figli a Gardaland, nel Bresciano

Vaccini, l’assurdo allarme dalla Slovenia