Serata da ricordare: Alessandro Cipolla debutta in Serie A

La prima volta

Un normale sabato sera di inizio novembre diventa magico per Alessandro Cipolla che, a soli 17 anni, esordisce in serie A al PalaBigi di Reggio Emilia con la maglia della Grissin Bon nella vittoria 90-42 contro la The Flexx Pistoia, match valido per la settima giornata di campionato. Una serata speciale per la Reggiana, al primo successo stagionale dopo sei sconfitte, e soprattutto per il ragazzo nato il 16 febbraio 2000 a Sesto San Giovanni ma residente con la famiglia a Desio. Proprio a Desio, con la maglia dell’Aurora, è cresciuto prima di trasferirsi a Reggio Emilia nell’estate 2016.

La sua partita

Cipolla, che tra i suoi compagni ha Niccolò De Vico, monzese e prodotto del vivaio della Forti e Liberi, è entrato a 43 secondi dalla fine sul punteggio di 88-39. In quegli istanti ha sbagliato un tiro da tre dall’angolo, poi corretto a canestro dal compagno Candi. Poi ha  commesso fallo su Federico Onuoha, che ha segnato i tre liberi che hanno fissato il punteggio finale. Alessandro ha così coronato il sogno di fare il debutto tra i professionisti. Per lui c’erano già state alcune panchine, senza però entrare in campo, nelle partite di campionato a Trento e a Brescia, oltre che in tre occasioni di Eurocup.

L’incoraggiamento

“It’s just the beginning (E’ solo l’inizio, ndr)… Orgoglioso di te fratellino”, il post su Instagram del fratello maggiore Stefano, anche lui cestista e quest’anno in Promozione con Cesano Seveso.