Sabato 29 aprile a Carate si disputerà la gara podistica competitiva in ricordo di Giorgio Molteni, compianto segretario e anima dei Marciacaratesi.

La corsa  su strada, su una distanza di 10 chilometri nel centro di Carate Brianza (4 giri da 2.50 km), mette in palio il primo trofeo Memorial Giorgio Molteni, carismatico fondatore del gruppo podistico nato nel 1980, scomparso nel giugno dello scorso anno all’età di settantuno anni.

Alla gara possono partecipare solo atleti maggiorenni in possesso di certificato medico. Il ritrovo (in via Cusani davanti alla sede della Banca di credito cooperativo di Carate) è fissato per le ore 19 mentre la partenza alle ore 20.30 con tempo massimo di 75 minuti per completare il percorso. Le iscrizioni si raccolgono entro giovedì 27 aprile.

La quota d’iscrizione, di euro 10 per i primi 500 iscritti, comprende pettorale, noleggio chip di cronometraggio, ristoro, pacco gara, deposito borse, assicurazione, oltre all’assistenza medica e tecnica (oltre i 500 partecipanti la quota di iscrizione sarà di Euro 5 senza pacco gara). Le iscrizioni potranno essere effettuate on-line sul sito http://www.otc-srl.it, con pagamento con carta di credito oppure inviando il modulo d’iscrizione (scaricabile dal sito www.marciacaratesi.it) all’indirizzo iscrizioni@otc-srl.it con pagamento della quota sul campo gara o in alternativa presso la sede dei Marciacaratesi il lunedì e il giovedì dalle 21,15 alle 23 e il mercoledì o venerdì dalle 18 alle 19.

Leggi anche:  TeamServiceCar sgambettata da Valdagno

Saranno premiati con premi in natura o buoni acquisto, solo ed esclusivamente al termine della competizione, oltre che i primi 3 atleti assoluti classificati maschili e femminili, i primi 5 classificati per le quattro categorie maschili e le prime 5 classificate per le tre categorie femminili.

Il trofeo è un omaggio a Giorgio Molteni. All’instancabile segretario si devono tantissime iniziative che hanno fatto la storia della corsa e della camminata in Brianza: è stato l’ideatore del Campionato brianzolo di corsa campestre e della Carate tra il verde e l’antico, ma anche il fautore della Cento chilometri della Brianza e l’appassionato organizzatore delle passeggiate nel verde “Camminare è bello”.