Femmina di germano covava nel parcheggio di un’azienda a Macherio, la segnalazione all’Enpa di Monza ha consentito di salvare mamma e piccoli.

Femmina di germano salva con i suoi quattro piccoli

La segnalazione arriva da una ditta di Macherio: una femmina di germano reale è in cova in un angolo del parcheggio interno, quindi in un ambiente non idoneo e pericoloso per lei e per la futura prole, anche in considerazione del fatto che spesso nel parcheggio, oltre alle macchine, girano cani senza guinzaglio. Non solo, il corso d’acqua più vicino al luogo scelto per depositare le uova è lontano circa 800 metri, una distanza che renderebbe impossibile per mamma germano portare lì tutti i piccoli dopo la nascita, attraversando parcheggio e strade trafficate.

Dalla ditta al canile…

Dal momento che i dipendenti raccontano di essersi accorti della presenza di mamma anatra circa due settimane prima e che in quel lasso di tempo l’avevano aiutata fornendole cibo e acqua dalla mensa, venerdì 31 maggio un operatore Enpa e una volontaria si recano sul posto con l’intenzione di mettere in sicurezza mamma e uova con una recinzione temporanea e tornare poi a recuperarli dopo la schiusa.

La mamma, posizionata vicino a dei macchinari molto rumorosi e con la presenza quotidiana di macchine e dipendenti, seppur intimorita non si è mai allontanata dalle sue quattro uova, così come anche durante l’operazione di montaggio della recinzione attorno a lei.

Leggi anche:  Tegole pericolanti: via Italia a Macherio chiusa al traffico FOTO

Mamma anatra si sposta… e che sorpresa

Ma c’è una sorpresa! Non appena mamma anatra si alza dal nido ecco che spuntano 4 piccole testoline che, a giudicare dal piumaggio ancora bagnato di due di loro, erano uscite dall’uovo da pochi minuti. A questo punto, la missione di messa in sicurezza si trasforma in missione di recupero e anche in questa delicata fase, la “mamma coraggio”, pur di non lasciare i suoi piccoli, si fa catturare senza problemi.

Messa lei in un trasportino e i piccolini in un altro per evitare che nell’agitazione del momento potesse schiacciarli, l’ambulanza “Amici cucciolotti” attrezzata per il trasporto di animali riparte alla volta del rifugio in via San Damiano.

… dal canile al parco!

Sistemati per la notte in un recinto per essere rifocillati, la mattina seguente, mamma e piccoli belli pimpanti vengono portati da Marica al parco di Monza e liberati nel fiume Lambro in una zona tranquilla verso la porta di Villasanta: prima gli anatroccoli per evitare che la mamma voli via, e poi lei che, appena li sente pigolare, si tuffa in acqua vicino a loro. E insieme si mettono subito a nuotare allontanandosi, un quadretto familiare idilliaco che, si spera, non venga minacciato da qualche pericolo!

TORNA ALLA HOME