Gli studenti del Fermi protestano: “La nostra scuola come una piscina comunale”. Questa mattina i ragazzi dell’istituto di Desio si sono ritrovati fuori da scuola dopo che ieri l’acqua è entrata nelle aule e nella palestra.

Gli studenti del Fermi: acqua in classe e in palestra

Acqua all’interno della scuola Fermi di Desio. Nella mattinata di ieri (lunedì), si è ripresentato in tutta la sua evidenza il cronico problema di infiltrazioni. Il problema si è verificato nell’atrio e nell’aula di Chimica: nel tempo la pioggia ha causato il cedimento di più punti del controsoffitto e anche ieri ha piovuto all’interno dell’edificio.

Non solo. Ha piovuto anche in palestra come dimostrano alcune foto scattate dagli studenti nella giornata di ieri:

La protesta di questa mattina

Stanchi di questa situazione questa mattina gli studenti dell’Istituto superiore hanno fatto sentire la loro voce. Si sono dati appuntamento fuori dal Fermi per protesta. “La nostra scuola come una piscina comunale” hanno raccontato.

Studenti del Fermi di Desio fuori da scuola per protesta

La manifestazione dei ragazzi è durata diverse decine di minuti. Fino a quando, a far tornare la situazione alla normalità, ci ha pensato la vice preside che ha fatto rientrare l’allarme e invitato gli studenti ad entrare in classe per svolgere regolarmente l’attività scolastica.  Vicepreside che ha poi minimizzato la situazione, non così preoccupante come sembra.

Leggi anche:  Paolo Nespoli va in pensione: dal 1 novembre non sarà più un funzionario dell’Esa

Villa presenta un’interrogazione

“Un disguido per alunni, insegnanti e personale scolastico – ha segnalato intanto il consigliere provinciale desiano Andrea Villa, che ha presentato un’interrogazione in merito – l’acqua si è infiltrata all’interno della scuola, causando il distacco di alcune pareti di controsoffitto e una situazione di pericolo per chi frequenta l’istituto tecnico oltre che essere causa di impedimento al regolare svolgimento delle lezioni. Chiedo al presidente della Provincia se è al corrente della situazione e, nel caso, come intende intervenire”.