I cittadini del quartiere “Ls1” di Lissone, qualche settimana fa, si erano fatti sentire promuovendo una raccolta firme per conoscere le motivazioni dei ritardi del cantiere che avrebbe dovuto riqualificare le vecchie case dell’Aler. Ora la situazione pare si sia sbloccata.

Ls1: arriva la svolta

Ormai da tempo l’edificio abbandonato tra le vie dei Ciliegi e dei Gelsi, versa in una condizione di totale incuria. Dopo l’interessamento dei residenti Regione Lombardia e Aler hanno confermato che durante l’estate verrà demolito uno dei due fabbricati ancora esistenti, relativi al Contratto di Quartiere di via Di Vittorio e via Martiri Della Libertà.

Questa volontà mi soddisfa pienamente e rappresenta il nuovo inizio per il completamento dell’iter di riqualificazione definitiva del quartiere.

Così’ ha commentato il sindaco Concetta Monguzzi che è stata ricevuta in Regione dall’assessore alle Politiche abitative, Stefano Bolognini.

I lavori per la demolizione del primo fabbricato dovrebbero partire nel mese di luglio e concludersi prima dell’inizio della scuola. Il secondo, invece, non potrà essere abbattuto per ragioni tecniche, ma sarà oggetto di una ristrutturazione una volta concluso l’abbattimento del primo.

Con l’assessore Bolognini si è creato sin da subito un rapporto improntato sulla collaborazione e sulla trasparenza. Infatti ha inserito l’intervento di Lissone come una delle priorità del suo mandato amministrativo.

Ha concluso il primo cittadino di Lissone.

Leggi anche:  Ora anche le deiezioni canine sono riconoscibili

© RIPRODUZIONE RISERVATA