In montagna, come su strada, è bene avere a mente precise regole di comportamento, da aggiungere a tanto buon senso. Questo, oltre a garantire maggiore sicurezza sulle piste, diminuisce il rischio di incidenti o situazioni pericolose.

Il casco.

I minori di 14 anni hanno l’obbligo di indossare il casco, pena una sanzione che varia dai €30 ai €150. Nonostante per gli adulti non sia previsto questo obbligo, l’uso del casco è ormai molto diffuso tra la maggior parte degli sportivi, che lo apprezzano sia per la sicurezza che per la protezione dal freddo e dal vento.

Il sorpasso.

Il sorpasso può essere effettuato sia a monte anche a valle e sia alla destra che alla sinistra dello sciatore sorpassato, purché si mantenga una distanza tale da evitare di essergli di intralcio.

La precedenza.

La precedenza, come su strada, è di chi proviene da destra o, negli incroci, a seconda di quello che comunica la segnaletica.

Il soccorso.

In caso di incidente è obbligatorio soccorrere l’infortunato e comunicare tempestivamente dell’accaduto la stazione più vicina per far pervenire i soccorsi. Pena per il mancato soccorso una multa da €250 fino a i €1000.

La condotta.

Ogni sciatore deve tenere una velocità e un comportamento adeguati alle proprie capacità, alle condizioni generali delle piste e del tempo e deve ovviamente rispettare la segnaletica delle piste. Se è testimone di un incidente è tenuto a prestare soccorso e in caso di caduta deve liberare quanto prima le piste e posizionarsi ai bordi, mai in centro.
Per un quadro completo di tutte le norme e degli eventuali rischi, vi suggeriamo di visitare la pagina dedicata della Polizia di Stato e delle Forze dei Carabinieri.